Home / Dai Comuni / SAN RAFFAELE. Rinviata la Tari, arrivano altri sgravi per i commercianti
TARI

SAN RAFFAELE. Rinviata la Tari, arrivano altri sgravi per i commercianti

San Raffaele, come tanti altri comuni, è stata colpita dalla paura per il nuovo virus che ha messo sotto scacco alcune zone d’Italia.

Ormai da più di due mesi, poi, in concomitanza con l’aggravarsi della situazione, la successiva chiusura delle scuole e la desertificazione delle vie, gli esercizi commerciali sono stati costretti ad abbassare le serrande (solo oggi i primi bar e ristoranti stanno riaprendo). Una situazione che rischia di mettere in seria crisi tutto il commercio locale già provato da anni di concorrenza di centri commerciali e outlet presenti in zona.

Proprio per questo, l’amministrazione ha studiato alcune misura per “alleviare” il carico fiscale sulle categorie maggiormente colpite in questa ultime settimane. Un aiuto, in tal senso, è arrivato proprio dalla tassa sui rifiuti, rifiuti che tanti negozi chiusi non hanno fatto e che potrebbero trovarsi costretti a pagare.

Per ora – spiega il sindaco Ettore Mantelli – abbiamo rimandato la Tari, queste tre rate saranno più ravvicinate, luglio, settembre, dicembre ma almeno siamo riusciti a dare un po’ di respiro ai commercianti”.

Ma non è tutto, sono allo studio dell’amministrazione, infatti, anche altre misure.

Per quanto riguarda – prosegue il sindaco – la tassa sull’occupazione del suolo pubblico avevamo già ragionato sul discorso di poterle agevolare, magari dando una piccola contribuzione.

Vediamo se ci saranno novità definite dal governo in tal senso, nel caso seguiremo quelle, altrimenti ragioneremo su un forte abbattimento della tassazione per dare una mano a quel locali che hanno patito in questi due mesi di chiusura”.

Migliora, intanto, in città, la questione sanitaria. “La situazione è abbastanza buona, – spiega Mantelli – speriamo che non peggiori avendo dato il largo un po’ a tutti. Siamo a 4 positivi su 18 che erano i contagiati all’inizio, 3 deceduti e 11 guariti. Speriamo che tutto prosegua per il meglio”. In questi giorni, pian pianino, ripartiranno anche le normali attività del Comune.

Stiamo ricominciando ad occuparci anche del resto, non solo della parte sanitaria. Ci sono varie opere legate al verde e ai tagli, più qualche lavoro di asfaltatura. Certo, non è tutto così semplice, ho un terzo delle persone disponibili giornalmente in Comune, buona parte sono in smart working, la norma nazionale non ha ancora previsto per gli uffici pubblici delle differenziazioni, qualche difficoltà c’è. Stiamo lavorando anche per l’assunzione di un cantoniere che avevamo dovuto rinviare per l’arrivo della pandemia. Avevamo già fatto pubblicazione su gazzetta ufficiale, l’abbiamo rimossa, la rifaremo per la prima settimana di giugno”.

Commenti

Blogger: Mattia Aimola

Mattia Aimola
Senza peli sulla penna

Leggi anche

Caccia: domenica inizia la strage di fauna selvatica

Domenica 20 settembre inizierà la strage della fauna selvatica, fortemente voluta dalla Giunta guidata da …

CASTELLAMONTE. Sopralluogo di Bartoli alla discarica di Vespia: “Da chiudere nel minor tempo possibile”

CASTELLAMONTE. Sopralluogo di Bartoli alla discarica di Vespia: “Da chiudere nel minor tempo possibile”. A …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *