Home / Dai Comuni / SAN RAFFAELE. Dopo 20 anni Corrù approva il piano regolatore

SAN RAFFAELE. Dopo 20 anni Corrù approva il piano regolatore

E’ una degli ultmi desideri che sperava di poter realizzare prima della fine del suo mandato.

E possiamo dire che ce l’ha fatta.

Ieri pomeriggio, durante il Consiglio comunale, il sindaco Angelo Corrù e la sua amministrazione hanno approvato il nuovo Piano Regolatore, il documento che stabilisce la destinazione d’uso di tutto il territorio. In sostanza, dirà dove costruire si può e dove no.

Si tratta di un Piano regolatore conservativo – spiega orgoglioso il primo cittadino -. Abbiamo cercato di fare tutto quello che potevamo per evitare la realizzazione di nuove  costruzioni”. Corrù punta sul recupero degli immobili inutilizzati che ci sono già.

La tutela dell’ambiente per noi si trova sopra ogni cosa – aggiunge – e ci siamo regolati di conseguenza”.

La novità principale è che non si potrà costruire sulla collina.

San Raffaele Alto rimarrà così com’è adesso, integra”. E proprio per questo motivo, Corrù ha anche pensato alla riqualificazione dell’ex scuola che comprende anche la piscina.

Dall’altro lato, verrà parzialmente modificata la viabilità per permettere un maggior collegamento con i Comuni vicini.

Si tratta di un lavoro che dura da vent’anni – dice ancora il sindaco – e noi non possiamo che essere orgogliosi di quello che è stato fatto. Il piano regolatore è stato approvato in Consiglio comunale”.

Adesso, non resta solo che inviarlo alla Regione Piemonte.

Al suo interno abbiamo inserito tutte le osservazioni di Città Metropolitana. Siamo alle battute finali, possiamo dire quello che stiamo facendo adesso è solo una questione burocratica”.

Quasi sicuramente verrà approvato prima delle prossime elezioni amminstrative.

Anche in caso non riuscissimo, l’amministrazione che seguirà non può fare altro che prendere atto del nuovo Piano. Le modifiche che si potevano fare sono già state fatte”.

Commenti

Blogger: Antonia Gorgoglione

Antonia Gorgoglione
Parole... What else?

Leggi anche

MATHI. Decespugliatori e altro materiale per 25mila euro,denunciato

Un artigiano edile di 42 anni è stato denunciato dai carabinieri per ricettazione. Nella sua …

Guardia di finanza

SETTIMO TORINESE. Prodotti ‘made in Italy’ erano fatti in Cina, 4 denunce

La guardia di finanza ha sequestrato migliaia di tende e tappeti provenienti da Cina e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *