Home / Torino e Provincia / San Raffaele Cimena / SAN RAFFAELE. Colline Sicure: un successo l’esercitazione dell’A.I.B.

SAN RAFFAELE. Colline Sicure: un successo l’esercitazione dell’A.I.B.

Sabato 16 novembre è approdata a San Raffaele Cimena “Colline sicure”, un’esercitazione di protezione civile organizzata dalla squadra A.I.B del comune: una manifestazione che sta per compiere dieci anni e che ormai è un consolidato appuntamento per ricordare l’importanza del volontariato di protezione civile nel far fronte alle alluvioni e alle piogge su un territorio, quello collinare, la cui bellezza si accompagna anche a fragilità. Anche la protezione civile della Città metropolitana di Torino ha preso parte all’iniziativa e il vicesindaco Marco Marocco ha portato i suoi saluti ai numerosi volontari che ogni anno si attivano nell’esercitazione. Intervenuto alla manifestazione anche l’Onorevole Carlo Giacometto di F. I..

Il vicesindaco ha poi accompagnato la protezione civile metropolitana anche il giorno successivo, domenica 17 novembre, a Pomaretto, dove si celebra il compleanno del gruppo di protezione civile della valli Chisone e Germanasca, attivo da 25 anni.

Nella stessa giornata Marocco ha portato il saluto della Città metropolitana anche a Palazzo Einaudi, a Chivasso, dove le amministrazioni comunali di Chivasso e Castagneto Po, insieme ai Vigili del Fuoco volontari-Brigata Petratto, hanno organizzato una cerimonia di commemorazione con inizio alle 18,00 a e a seguire una fiaccolata fino al ponte dove è stata celebrata la benedizione della lapide dedicata al Caposquadra dei Vigili del fuoco Marino Borca.

Commenti

Blogger: Mattia Aimola

Mattia Aimola
Senza peli sulla penna

Leggi anche

CRESCENTINO. Pedrale passa a FdI, è stato tra fondatori Fi a Vercelli

Luca Pedrale, ex consigliere regionale e figura storica di Forza Italia in provincia di Vercelli, …

SANITA’. Tre quarti d’ora per l’urgenza, 2 ore e mezza per il Codice Bianco: i tempi del Pronto soccorso di Ciriè, Ivrea, Chivasso e Cuorgnè

A Ivrea tre quarti d’ora seduti in sala d’aspetto per un caso urgente, con potenziale …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *