Home / Dai Comuni / SAN RAFFAELE CIMENA. Doveva aprire il suo bar il 12 marzo, ma il Covid ha fatto saltare tutto
Florindo Picerna della Caffetteria La Piana
Florindo Picerna della Caffetteria La Piana

SAN RAFFAELE CIMENA. Doveva aprire il suo bar il 12 marzo, ma il Covid ha fatto saltare tutto

Come nel resto del paese, anche i commercianti di San Raffaele Cimena, per poter riaprire si sono dovuti adeguare alle normative di sicurezza prescritte nell’ultimo decreto legge, ma c’è chi, come Florindo Picerna, non ha avuto neanche il tempo di inaugurare il locale “Il mio bar non è stato ancora inaugurato ufficialmente. Avrei dovuto aprire il 12 marzo scorso ma con il lockdown ho rimandato tutto – spiega il titolare della Caffetteria La Piana di Via Carlo Ferrarese 27/A – Ho aperto tre settimane fa con il servizio d’asporto.

Solo quello perché non sono ancora chiare le normative. Avendo determinate metrature non sarei obbligato a delimitare con le strisce a terra i percorsi di entrata ed uscita ma avendo solo un ingresso potrei essere obbligato.

Inoltre, se i clienti in attesa fanno involontariamente assembramento sono io il responsabile o no? Non voglio rischiare di essere in difetto e prendere una multa. A volte penso di sbagliare ad essere così prudente.

Aspetterò ancora qualche giorno e la prossima settimana vedrò se fare come fanno gli altri”.

A tale proposito da sabato 23 maggio, nel rispetto delle normative, c’è stato il via libera al servizio al banco.

Ma Picerna, come la maggior parte dei commercianti, confessa di voler essere comunque positivo “Per il futuro voglio essere ottimista come lo sono sempre stato nella mia vita.  Questa per me, dopo ventotto anni di lavoro, è stata un’occasione da prendere al volo. Se le cose andranno bene assumerò anche un collaboratore”.

C’è invece chi ha adottato le norme di sicurezza prima che diventassero obbligatorie “L’entrata uno per volta con la mascherina l’avevamo resa obbligatoria prima che diventasse legge – spiega Paolo Ruffino, titolare con la moglie Manuela Dell’acqua della Cartoleria Edicola Al Fantasy Shop di Via Ferrarese 9 – All’inizio è stato difficile far capire ai clienti che non si poteva entrare tutti insieme ma poi le cose sono andate bene”.

A differenza di altre attività commerciali la Al Fantasy Shop, essendo un’edicola, non ha chiuso “Nel primo periodo, per nostra scelta, abbiamo deciso di tenere aperto solo il mattino facendo anche la consegna a domicilio. E’ da qualche settimana che abbiamo ripreso il consueto orario” spiega l’edicolante.

Commenti

Blogger: Claudio Maretto

Claudio Maretto
Tutto il mondo è paese

Leggi anche

via Garibaldi Volpiano

VOLPIANO. Via Garibaldi cambia volto, approvato il progetto

È stato approvato nei giorni scorsi, dalla giunta comunale di Volpiano, il progetto esecutivo per …

sagra pesca ripiena

VAUDA DI ROCCA. Annullata la Sagra della Pesca Ripiena

Tutti ci abbiamo sperato, tutti ci abbiamo anche creduto. Da quando il 9 giugno, sulla …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *