Home / BLOG / SAN MAURO. Pilone il negazionista: “Io la mascherina non me la metto”
In foto, il post di Roberto Pilone

SAN MAURO. Pilone il negazionista: “Io la mascherina non me la metto”

I contagi, ormai, da giorni, sono putroppo in salita e hanno superato anche i mille casi giornalieri, come non capitava da molto tempo, per l’esattezza, dal mese si maggio quando eravamo ancora in pieno lockdown.

In ragione di tutto questo, il governo, ha deciso di imporre nuove restrizioni, obbligando tutti i cittadini a mettersi la mascherina, dalle 18 alle 6 del mattino, anche all’aperto in quei luoghi dove risulta impossibile mantenere il distanziamento sociale.

Una decisione che ha fatto storcere il naso a qualcuno, ai così detti negazionisti, quelli che “la pandemia non c’è”. Sono presenti in tutta Italia e ci sono pure in quel di San Mauro, stiamo parlando del segretario cittadino della Lega, Roberto Pilone, che sulla sua pagina Facebook ha ben spiegato la sua idea in un post.

“Comincio a dirvelo piano, – scrive – non scassateci più con una pandemia che non c’e’, non ci rinchiuderete più”.

A chi, poi, tra i commenti, gli fa notare come le cose non stiano esattamente così: i contagi sono in salita, le terapie intensive pure e i morti continuano ad esserci, Pilone risponde fiero.

“In Italia – scrive oggi (16 agosto, ndr) 23 ricoveri molto meno delle unghie incarnite, le pandemie sono altra cosa. È finita non prendeteci più per il…”.

Ma non basta ancora, perchè lui non è di quelli che si fa fregare. Secondo lui è tutto un complotto ordito da chissà chi per farci mettere le mascherine. A che pro? Boh, lo sa solo lui.

“Fai cio’ che vuoi – risponde Pilone in un altro commento – app immuni mascherine gel chiusure divieti sei libero e ti consiglio di farlo. E io non lo faccio più non mi faccio più ingabbiare non indosseò più museruole non mi faccio più prendere per i fondelli come presumo migliaia di altri italiani”. Che poi, quel “Non mi faccio più prendere per i fondelli” significa che nei mesi scorsi qualcuno ci ha preso in giro? Che la pandemia non c’era? Che è tutta un’invenzione di Soros? Di chi? Pilone lo dica chiaramente.

Ma non è ancora tutto: il buon Pilone pur di portare avanti il suo credo è disposto anche a farsi multare.

“Io – scrive ancora – dalle 18 alle 6 non indosso nulla se non il pigiama  La mascherina non la indosso proprio più , datemi multe fate cosa volete non mi rinchiudete più e non mi imponete più alcuna museruola”.

Insomma, il buon Pilone, senza mascherina, è pronto a lanciare la sua rivoluzione contro cosa non si sa.

“Ora – continua su Facebook – occorre cominciare ad opporsi a questa follia, occorre che qualcuno si prenda il rischio e la responsabilità di opporsi a questa follia”.

Questi, dunque, i tratti di una storia assurda, di una teoria che non regge su nessun dato vero e proprio.

È vero, il virus sembra essere meno letale (forse solo perché contagia persone più giovani) rispetto a qualche mese fa ma i morti e i contagi continuano ad esserci.

Peggio ancora, poi, quando un messaggio simile arriva da un esponente della politica locale a cui tanti cittadini. Peggio ancora, quando parliamo di un cittadino che, tra meno di un anno, dopo le elezioni, potrebbe ritrovarsi a governare la città con un probabile ruolo all’interno della futura giunta di centro destra. Se un domani, Roberto Pilone, dovesse diventare sindaco o vice sindaco, e ci fosse una nuova pandemia, che farebbe? Andrebbe in giro invitando i cittadini a non mettere la mascherina?

Commenti

Blogger: Mattia Aimola

Mattia Aimola
Senza peli sulla penna

Leggi anche

Il compleanno rispettoso omaggio d’auguri degli alunni del collegio d’Ivrea ad Augusto Jubé, Prefetto della Dora. Una rappresentazione teatrale di 210 anni fa.

L’ex direttore della biblioteca civica “Costantino Nigra” di Ivrea, Giuseppe Fragiacomo, storico e ricercatore, ha …

Raffronti inquietanti

Il confronto è decisamente impietoso. In Piemonte, secondo l’Istituto centrale di statistica, durante il secondo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *