Home / BLOG / SAN MAURO. Niente più scuolabus dal 2020 La giunta ha già la delibera…

SAN MAURO. Niente più scuolabus dal 2020 La giunta ha già la delibera…

Niente più scuolabus dal 2020? 

Non si tratta di uno scherzo ma di un’ipotesi, più che concreta, segnata nell’agenda dall’amministrazione targata Movimento Cinque Stelle e comunicata dal sindaco nell’ultimo consiglio comunale, un mese fa, stimolato dalla consigliere Paola Antonetto.

Con la nuova gestione – ha chiesto la consigliera – dello scuolabus quanto ha risparmiato il comune? Lo scuolabus ci sarà ancora nei prossimi anni?”. 

Il pulmino che, ogni giorno, porta i bambini da casa a scuola avrebbe, infatti, un impatto importante sul bilancio del comune e una copertura finanziaria molto bassa, attorno al 9%. 

Per dirla in parole povere: il servizio di scuolabus è, nella pratica, totalmente a carico dell’amministrazione, gli utenti che ne usufruiscono, infatti, riescono a coprire solo una piccolissima parte delle spese. 

“Si tratta di un servizio dai costi importanti – ha spiegato  più volte il sindaco Marco Bongiovanni – e con una copertura molto bassa, è vero, abbiamo pensato di cambiare qualcosa, ci stiamo pensando e lo comunicheremo a breve in una apposita commissione”. Trattasi, certamente, di un provvedimento che non potrà lasciare indifferenti i cittadini sanmauresi e, ancor di più, gli elettori del Movimento Cinque Stelle che, tra un ponte fotovoltaico e una navetta ecologica, non avevano sentito nulla del genere durante la campagna elettorale del 2016. 

Sarà, comunque interessante, capire se l’amministrazione di Marco Bongiovanni sarà in grado di spiegare alla gente la bontà di un’idea, a prima vista impopolare, ma conveniente per le casse del comune.

In ogni caso, un “pezzo” del servizio scuolabus continuerà a sopravvivere.

Il trasporto dei bambini – spiega il sindaco – da scuola alla piscina o per le uscite non è messo in dubbio”. 

Probabile, invece, lo stralcio della componente relativa al trasporto degli studenti da casa a scuola.

Il tutto, dopo l’esternalizzazione del servizio decisa ormai due anni fa.

“Il costo – ha raccontato il sindaco – è passato da 149 mila euro a 94 mila euro, il gradimento è buono e non ho ricevuto più segnalazioni in merito a disservizi”.

Se prima erano solo voci, ora, invece, c’è anche la delibera che segna la fine del servizio scuolabus. La questione sarà discussa nella commissione di martedì 19 novembre.

Ma non è tutto, nel documento, che la giunta presenterà entro fine anno, si fa riferimento anche alla sentenza della Corte dei Conti che metteva in guardia i Comuni proprio rispetto alla bassa copertura del servizio scuolabus. 

La deliberazione della Corte dei conti piemontese, infatti, aveva stabilito che il servizio di trasporto scolastico non rientra nell’elenco dei servizi a domanda individuale con la conseguenza che “il costo del servizio stesso deve trovare totale copertura da parte degli utenti”, una decisione che aveva gettato nel panico molti enti locali tanto che l’Anci, in vista dell’apertura dell’anno scolastico, aveva spinto il Governo a inserire una norma specifica «imbarcata» nel decreto scuola approvato dal Consiglio dei Ministri il 6 agosto 2019.

Una successiva sentenza, poi, della corte dei conti pugliese ha, invece, dato più margine di manovra ai comuni. 

In ogni caso, al di là delle sentenze della magistratura contabile, l’idea dell’amministrazione (comunicata già più volte) è di eliminare lo scuolabus (nella tratta scuola – casa, casa – scuola) a partire dall’inizio del prossimo anno scolastico, settembre 2020. 

Commenti

Blogger: Mattia Aimola

Mattia Aimola
Senza peli sulla penna

Leggi anche

IVREA. Laboratori lager, 150 euro mese per lavorare come schiavi

Condizioni di lavoro disumane, paghe da fame, turni massacranti. Una trentina di operai, cinesi, italiani …

polfer

CHIVASSO. Furti rame su tratte Fs, tre denunce in Piemonte

Diciannove ispezioni, 62 persone controllate, tre denunce. Sono i numeri del settore piemontese di Oro …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *