Home / Dai Comuni / SAN MAURO. Cnh: Construction; confermata chiusura Torino, centrale Lecce

SAN MAURO. Cnh: Construction; confermata chiusura Torino, centrale Lecce

Lo stabilimento di San Mauro Torinese cesserà la produzione di mini escavatori a gennaio 2020 e di escavatori cingolati ad aprile 2020 perché le rilevanti e costanti perdite dell’ultimo decennio non rendono più sostenibile la prosecuzione delle attività produttive nel sito che sarà riconvertito in un polo logistico 4.0. Lo ha confermato Carl Gustaf Göransson, presidente del segmento Construction di Cnh Industrial, ai sindacati in un incontro a Torino al quale ha partecipato Vincenzo Retus, responsabile Relazioni Industriali di Cnh industrial. Lo stabilimento di Lecce resterà punto di riferimento europeo per lo sviluppo e la produzione di terne, pale gommate, pale gommate compatte, movimentatori telescopici e motolivellatrici. L’azienda continuerà a irrobustire l’efficienza del sito, in particolare attraverso il programma World Class Manufacturing. “Le continue perdite, anno dopo anno, del sito produttivo di San Mauro non erano più sostenibili e rischiavano di mettere a rischio la stabilità di tutto il segmento Construction di Cnh industrial, su cui l’azienda intende continuare a puntare. Ne è una riprova la conferma del nostro impegno a Lecce. Siamo convinti che l’opportunità che creiamo con la riconversione in Polo Logistico 4.0 potrà finalmente assicurare al sito una stabilità di lungo periodo. Ci adopereremo per promuovere attivamente le opportunità di ricollocazioni interne e, ove necessario, eventuali soluzioni esterne per i lavoratori coinvolti”, spiega Göransson.

Cnh: Fiom, tavolo al Mise, garantire occupazione per tutti

“E’ indispensabile che si avvii il tavolo negoziale al Mise. È necessario trovare una soluzione industriale che garantisca l’occupazione per tutti i lavoratori e i siti produttivi”. Lo afferma Michele De Palma, segretario nazionale della Fiom-Cgil e responsabile automotive. “La strategia aziendale di migliorare i risultati di redditività deve garantire gli investimenti necessari per l’innovazione e la riorganizzazione delle produzioni in tutti gli stabilimenti. La mobilitazione e l’informazione della Fiom proseguirà in tutti in tutti i siti di Cnh Industrial”, aggiunge De Palma.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

TORRAZZA. Contatore in fiamme in via Mazzini, intervengono i vigili del fuoco

Fiamme in va Mazzini poco dopo le 19 quando un contatore del gas ha preso …

il biometano verrà prodotto attraverso la digestione anaerobica del “forsu” (in foto), la frazione organica del rifiuto soldo urbano

CALUSO. Biometano: pubblicato progetto e integrazioni da Città Metro

Ieri 12 agosto Città Metropolitana di Torino ha pubblicato nel proprio sito internet il progetto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *