Home / In provincia di Torino / SAN MAURIZIO. Raccolti 50 sacchi di peluche per i bambini dell’ospedale

SAN MAURIZIO. Raccolti 50 sacchi di peluche per i bambini dell’ospedale

Sono almeno una cinquantina i sacchi nei quali sono stati confezionati i tanti peluche raccolti negli ultimi due mesi e che domani saranno consegnati al reparto di Pediatria dell’ospedale Sant’Andrea di Vercelli. A luglio, infatti, il Comune di San Maurizio Canavese aveva risposto all’iniziativa #facciamogirareinostripeluche ideata dall’ospedale vercellese. La caposala del reparto di Pediatria aveva lanciato un appello per far arrivare ai piccoli ricoverati un peluche che li accompagni nella loro degenza e li faccia sentire meno soli. L’iniziativa ha subito riscosso un grande successo in paese. La comunità sanmauriziese ha risposto davvero alla grande, insieme ad alcuni cittadini dei Comuni limitrofi come gli anziani della casa di riposo Il Girasole di Ciriè, i quali, non appena hanno saputo dell’iniziativa, hanno voluto partecipare. Ai peluche gli anziani hanno allegato anche un biglietto di saluti e di auguri per i bimbi dell’ospedale. Domani una piccola delegazione, guidata dal consigliere comunale Giulia Gobetto, li porterà all’Ospedale di Vercelli. Ad attenderli ci saranno il personale del reparto di Pediatria e lo stesso Primario, che ha fatto sapere di voler salutare e ringraziare personalmente la comunità sanmauriziese. “Sarebbe scontato, ma soprattutto insufficiente, dire che siamo soddisfatti della risposta a questa iniziativa – commenta Gobetto –. In realtà, siamo felici e commossi, credo siano queste le parole giuste. Vedere tutta questa mobilitazione per i bambini mi tocca nel profondo. Ma l’aspetto più bello è che si è trattato di un messaggio fra bambini, i piccoli sanmauriziesi che si privano di un loro peluche per donarlo ad altri bambini: un gesto d’amore immediato, schietto, naturale, tipico della semplicità dei bambini, della loro capacità di andare oltre. E lo stesso discorso vale per gli anziani del Girasole, che con la stessa immediata semplicità hanno donato qualcosa che a loro era caro. Sono gesti di amore puro, piccole grandi testimonianze che non possono lasciarci insensibili”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Carabinieri (foto d'archivio)

TORRAZZA. Proiettile contro un’abitazione: “Temiamo arrivi dal poligono”

Un solo sparo, in pieno giorno ha colpito la porta della villa di una coppia …

CHIVASSO. Massimiliano Modena e le sue foto che “parlano”

“La fotografia è il grande amore della mia vita. Sono specializzato, in particolare, in reportage …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *