Home / In provincia di Torino / SAN MAURIZIO. Nel 2018 via al restauro del Monumento ai Caduti

SAN MAURIZIO. Nel 2018 via al restauro del Monumento ai Caduti

Si è svolta il 4 novembre, a San Maurizio, la Festa dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate. In mattinata, presso la Chiesa Vecchia del Cimitero, si è svolta la Santa Messa in onore dei caduti di tutte le guerre. Poi il corteo, la posa delle corone di alloro, l’orazione del sindaco Paolo Biavati. E in quell’occasione, la presentazione del progetto per il restauro del Monumento ai Caduti. “È necessario ribadire – ha dichiarato Biavati – da parte di tutte le istituzioni, che tutte le istituzioni sono antifasciste. Non è possibile pensare alle nostre istituzioni non coniugate alla democrazia. La democrazia è stata portatrice di pace in questi ultimi anni quindi io credo che da questo punto di vista il restauro di questo monumento abbia un valore aggiunto. È il grosso valore che hanno questi monumenti, oltre a quello di preservare quello che è parte del nostro patrimonio storico e artistico. Credo fermamente che questa iniziativa vada in tutti i sensi appoggiata”. La parola è poi passata all’architetto Mauro Fiorio – promotore insieme all’Associazione Amici di San Maurizio –, che ha illustrato brevemente il progetto. “Abbiamo deciso di impegnarci per la messa in sicurezza di questo monumento in onore dei 60 caduti e 10 dispersi cittadini di San Maurizio – ha spiegato Fiorio La raccolta fondi sta procedendo, ed oltre all’A.N.G.E.T., abbiamo avuto sin ora il sostegno del gruppo Alpini che ci aiuta anche negli aspetti operativi, di due aziende e della popolazione, che vogliamo ringraziare. Sarà nel 2018 l’inaugurazione”. Al termine della manifestazione, nella Sala Consiliare il sindaco ha incontrato i coscritti del 1999 per la consegna della Costituzione e dello Statuto. Presenti anche alcuni consiglieri comunali. “Quello che voglio dire a questi ragazzi – ha preso parola Giulia Gobettiè che da oggi in poi nasce il vostro futuro. Ognuno di voi prenderà strade diverse, cercate di non omologarvi, seguite le vostre passioni perché alla fine sono quelle che vi faranno andare avanti nella vita e vi faranno sentire realizzati e soddisfatti”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Carabinieri (foto d'archivio)

TORRAZZA. Proiettile contro un’abitazione: “Temiamo arrivi dal poligono”

Un solo sparo, in pieno giorno ha colpito la porta della villa di una coppia …

CHIVASSO. Massimiliano Modena e le sue foto che “parlano”

“La fotografia è il grande amore della mia vita. Sono specializzato, in particolare, in reportage …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *