Home / In provincia di Torino / SAN MAURIZIO. Ciriacese, i sindaci a confronto!

SAN MAURIZIO. Ciriacese, i sindaci a confronto!

“L’obiettivo? Vogliamo dotare il paese di un luogo di incontro”

Intervenire sui parchi gioco in modo da renderli adatti anche ai diversamente abili”. Questo è ciò che il sindaco di San Maurizio, Paolo Biavati, spiega riguardo uno degli interventi più importanti che il paese vedrà realizzarsi prima della fine del mandato. Ma, ovviamente, questo non sarà l’unico obiettivo dell’Amministrazione comunale, che in questi anni ha anche lavorato alla progettazione di un centro ludico-ricreativo per gli eventi del paese. Il primo cittadino, in carica dal 2012 e rieletto nel 2017, si impegnerà affinché questi ed altri progetti vengano portati a termine entro la fine del mandato.

Cosa significa essere sindaco di San Maurizio?

Intanto è una grande soddisfazione essere al servizio della proprio comunità. Prevalentemente lo interpreto come un servizio che faccio. Ho avuto la fiducia dei miei concittadini e quindi devo cercare di mantenere fede al programma con cui mi sono presentato.

Qual è il progetto realizzato di cui è più orgoglioso?

La soddisfazione principale è quella di aver realizzato gran parte del programma con cui mi ero presentato agli elettori.

C’è, invece, qualcosa per cui si rimprovera?

Tutto si può fare sempre meglio, ci mancherebbe. Io sono dell’idea che la perfezione non esista, per cui bisogna cercare di dare il meglio di sé stessi. Io e i miei colleghi lavoriamo in questa direzione, poi ci sono delle cose che potevano essere fatte meglio e più tempestivamente. Ma grossi rimpianti non ne ho e credo che rieleggendomi i miei concittadini abbiano dato un giudizio anche in questo senso.

Un suo commento sulle elezioni nazionali, in base ai dati di San Maurizio?

Come sindaco credo che l’interesse sia quello di avere degli interlocutori e quindi che ci sia un governo che faccia delle politiche che siano coerenti e che la abbiano nel tempo. Perchè il problema più grosso, per chi amministra un ente locale, è quello di fronteggiare situazioni in cui le norme cambiano da un mese all’altro. L’instabilità è un grande problema per chi fa l’amministratore pubblico, Io auspico che si trovi una soluzione che crei stabilità.

Il progetto dell’Unione dei Comuni funziona?

Questo progetto è qualcosa di estremamente complesso. La stabilità delle norme potrebbe aiutare a far sì che l’Unione possa portare dei benefici a tutte le nostre comunità. Tuttavia, in pratica, si tratta di una corsa ad ostacoli per il funzionamento di questo organismo. Il problema è che la normativa attuale non funziona, perché è difficile far funzionare un ente, soprattutto in fare di start up, senza stanziare delle risorse definite. Nonostante tutti i problemi che ci sono, il fatto positivo dell’Unione è che, rispetto al passato, tra gli amministratori locali del territorio ci si parla molto di più. Anche se questo parlarsi non si traduce immediatamente in atti concreti, è comunque un fatto positivo e che fa bene al territorio.

Quali sono le esigenze principali del paese?

In questo mandato ci siamo posti come obiettivo quello di migliorare la qualità dei servizi in tema di gestione del territorio, di manutenzione delle opere pubbliche. Stiamo lavorando in questo settore, anche con altri enti, come la SMAT.  Il Comune, adesso, ha bisogno di un aggiornamento nelle sue strutture.

Qual è il principale obiettivo che si è prefissato da qui fino a fine mandato?

Sicuramente l’obiettivo principale è quello di dotare San Maurizio di un luogo di incontro, di una struttura al coperto per attività ludico – ricreative. L’altro aspetto, su cui abbiamo già lavorato molto nello scorso mandato, è quello del miglioramento delle strutture per renderle più belle e funzionale e poi di renderle più fruibili a tutti, anche a chi ha una disabilità. Questo include, per esempio, la reimpostazione delle aree verdi e delle aree di gioco. Già da quest’anno andremo ad investire 100.000 euro per questo intervento.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Carabinieri (foto d'archivio)

TORRAZZA. Proiettile contro un’abitazione: “Temiamo arrivi dal poligono”

Un solo sparo, in pieno giorno ha colpito la porta della villa di una coppia …

CHIVASSO. Massimiliano Modena e le sue foto che “parlano”

“La fotografia è il grande amore della mia vita. Sono specializzato, in particolare, in reportage …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *