Home / In provincia di Torino / SAN MAURIZIO. 55enne denunciata a piede libero per circovenzione di incapace

SAN MAURIZIO. 55enne denunciata a piede libero per circovenzione di incapace

Si erano conosciuti, quasi per caso, fuori da un supermercato di San Maurizio. Lui, Carlo (nome di fantasia, ndr) è un uomo di 89 anni, rimasto da qualche anno vedovo. 

Lei, invece, è Maria, una donna italiana di 55 anni che vive in paese da tempo anche se risulta domiciliata in provincia di Imperia.

Col passare del tempo, fra i due era nata una simpatia. O almeno era quello che pensava e sperava Carlo, voglioso di una persona che si prendesse cura di lui in questi anni. E lei, che era amica della sua vicina di casa, sembrava praticamente perfetta.

Peccato che invece i piani della donna fossero altri: razziare pian piano tutti i suoi averi, promettendogli persino il matrimonio, che si sarebbe celebrato di lì a poco tempo nel Municipio di San Maurizio.

E se non fossero intervenuti i carabinieri, nei giorni scorsi, a quest’ora l’uomo si sarebbe ritrovato senza più un centesimo, con l’intero patrimonio monetario – all’incirca 90mila euro – tutto nelle mani di Maria, che solo il giorno prima era diventata ‘erede unica’, dopo che Carlo aveva fatto redigere un testamento nello studio di un notaio di Mathi. Il tutto all’insaputa dei suoi parenti.

La scorsa settimana, su segnalazione della nipote di Carlo, i carabinieri della compagnia di Venaria sono arrivati d’urgenza nella filiale della banca “Intesa San Paolo” di via Vittorio Emanuele.

Perché in quegli istanti, negli uffici del direttore erano presenti sia Carlo sia Maria, con il primo che stava firmando tutti gli incartamenti necessari affinché la delega per prelevare e firmare a nome e per conto suo passasse dall’adorata nipote alla sua nuova “fiamma”.

Una situazione che è stata confermata dallo stesso Carlo ai carabinieri, il tutto tra lo stupore della nipote, che nel frattempo era arrivata a San Maurizio. Perché la donna, fino a poco tempo fa, era una delle poche persone che si prendeva cura dell’89enne, precisando ai carabinieri come questa Maria altro non fosse che un’amica della vicina di casa, ma che nessuno la conoscesse così a fondo e, soprattutto, sapessero di questa presunta relazione fra i due. 

Vicina con la quale i rapporti si erano interrotti all’improvviso circa un anno fa, quando Carlo si era recato alla filiale di via Vittorio Emanuele per effettuare con lei un movimento bancario – non deambulando bene si faceva spesso accompagnare da amici e parenti per andare in banca – che in realtà era una polizza assicurativa con premio di 90mila euro intestato niente di meno che alla vicina, che aveva preso l’appuntamento in banca quasi all’insaputa del pensionato. 

Ma quella volta, l’uomo aveva denunciato l’accaduto alla nipote, riuscendo poi a cambiare in un secondo momento la polizza e ad effettuare il cambio di nominativo della stessa.

Al momento, la 55enne è stata denunciata a piede libero per il reato di circonvenzione di incapace ma le indagini dei militari sono ancora in corso.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Carabinieri (foto d'archivio)

TORRAZZA. Proiettile contro un’abitazione: “Temiamo arrivi dal poligono”

Un solo sparo, in pieno giorno ha colpito la porta della villa di una coppia …

CHIVASSO. Massimiliano Modena e le sue foto che “parlano”

“La fotografia è il grande amore della mia vita. Sono specializzato, in particolare, in reportage …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *