Home / In provincia di Torino / SAN MAURIZIO. 25 aprile, il ricordo della Resistenza a San Maurizio

SAN MAURIZIO. 25 aprile, il ricordo della Resistenza a San Maurizio

Anche quest’anno, il 25 di Aprile ha rappresentato un’importante giornata di incontro per la cittadinanza e l’amministrazione di San Maurizio.

Nel 73° anniversario della liberazione, si sono svolte le tradizionali manifestazioni tese a ricordare gli avvenimenti legati alla Resistenza, da cui il comune è storicamente segnato.

Nella mattinata dello scorso mercoledì, dopo un primo momento di ritrovo nei giardini del municipio, le molte associazioni cittadine, tra cui Avis, Avulss, Aido, Asm, i volontari della protezione civile, gli alpini, i vigili del fuoco volontari, la filarmonica “La Novella” di San Maurizio, l’ANPI sezione Giuseppe Ferrero e l’amministrazione comunale e i cittadini, si sono unite in corteo. Ognuno dei gruppi presenti, con il proprio labaro alzato e con l’accompagnamento della Filarmonica Cerettese, ha reso omaggio alle lapidi, le “pietre della libertà”, recanti i nomi dei caduti civili e partigiani. Il percorso si è concluso nella Chiesa Vecchia del Cimitero dove è stata celebrata la Santa Messa in onore dei caduti.

A chiudere la mattinata, la cerimonia commemorativa in piazza Martiri della libertà, non solo cuore del Comune, ma luogo significativo proprio in questa occasione, in quanto fu teatro di fucilazioni. Nel suo  intervento il sindaco Paolo Biavati ha ricordato i nomi di coloro i quali, a San Maurizio, furono giustiziati difendendo i valori della Resistenza, ribadendo l’importanza di ciò che questa festività simboleggia per ognuno di noi, anche per chi è nato nel nuovo millennio, e dei valori che animarono la resistenza. “Periodicamente si ripetono questi revisionismi per cui il fascismo ha fatto delle cose buone ma – ha sottolineato il primo cittadino – la lettura di un fenomeno va fatta nel suo insieme, non solo nel particolare e il risultato fu un’Italia distrutta”.   

L’assessore Sonia Giugliano ha poi illustrato le opere di valorizzazione effettuate presso un importante luogo cittadino di memoria, “Le Person dij Partigian”, rese possibili dalla stretta collaborazione con l’ANPI sezione Giuseppe Ferrero.

Il ringraziamento dell’ANPI, attraverso le parole di Franco Brunetta, importante membro dell’associazione e uno dei principali artefici del recupero ed esposizione de Le Person dij Partigian, è stato rivolto ai partigiani di San Maurizio e San Francesco presenti, ai loro familiari e ad alcune delle persone che oggi continuano la loro opera. In segno di viva riconoscenza è stata loro consegnata una tessera ad honorem, in occasione del 70° anniversario della nostra Costituzione, costruita sulla base dei valori promossi dalla resistenza. Il ricordo è andato anche a Sergio Tabladini, socio collaboratore dell’ANPI e guida per le Person dij Partigian.

La cerimonia si è conclusa con l’intervento musicale dei ragazzi della scuola media Remmert di San Maurizio, che hanno eseguito dei famosi canti della resistenza.

Nel pomeriggio è stato possibile visitare Le Person dij Partigian, mentre il 2 maggio, data della Liberazione di San Maurizio, avrà luogo la “Passeggiata della libertà”, rivolta in particolar modo ai ragazzi delle scuole medie, ma aperta a tutti i cittadini.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Carabinieri (foto d'archivio)

TORRAZZA. Proiettile contro un’abitazione: “Temiamo arrivi dal poligono”

Un solo sparo, in pieno giorno ha colpito la porta della villa di una coppia …

CHIVASSO. Massimiliano Modena e le sue foto che “parlano”

“La fotografia è il grande amore della mia vita. Sono specializzato, in particolare, in reportage …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *