Home / Home / San Giusto nel pallone

San Giusto nel pallone

Egregio Direttore, con la presente dichiarazione la Giunta Comunale unitamente a tutta la maggioranza, intende fare chiarezza in merito alle ultime notizie relative alla sentenza della Corte dei Conti dell’ 8 luglio 2013. Tale illustrazione non vuole in alcun modo essere una giustificazione o una conseguenza della cifra che la giunta è chiamata a versare, importo comunque coperto dall’assicurazione che ciascun amministratore e ciascun Responsabile del Servizio stipula e rinnova ogni anno per tutelare il proprio operato, ma per dipanare una situazione che capiamo possa essere di difficile interpretazione. I punti contestati dalla Corte dei Conti riguardano:

1. la delibera sulla compensazione

2. il contributo al settore giovanile

3. il pagamento delle utenze relative al consumo idrico

1. Con D.G.C. 139/2009 il Comune di San Giusto ha consentito la compensazione degli importi (4.100,00 euro) dovuti all’Amministrazione a titolo di canone per l’utilizzo del campo di calcetto per l’anno 2009, in quanto nello stesso periodo, F.C. Canavese aveva versato una cifra ben più alta (5.930,71 euro) per utenze mai usufruite. La Corte dei Conti non ha ritenuto compensativa tale azione.

2. Con riferimento alla stagione 2007/2008, l’Amministrazione Comunale ha concesso, come gli anni antecedenti e come è sempre stato fatto da tutte le Amministrazioni precedenti, un contributo pari a 22.000,00 euro a sostegno dell’attività del settore giovanile. L’iscrizione della squadra al campionato C2 ha comportato però la necessaria trasformazione della F.C. Canavese in Società Sportiva Professionista (s.r.l.) e ciò non avrebbe più consentito alla stessa di beneficiare del contributo, ai sensi dell’art. 6 del vigente Regolamento comunale per la concessione di contributi. Accortasi dell’incongruenza l’Amministrazione ha immediatamente revocato il contributo (D.G.C. n.36 del 30.03.2009). ( Solo a titolo informativo in data antecedente interrogazione consiliare delle Minoranze ) F.C. Canavese aveva, tuttavia, già investito la cifra concessale dal Comune e, dopo essersi impegnata a restituire l’intero contributo, ne restituisce solo una parte (10.000,00 euro). La Corte dei Conti ritiene quindi responsabile l’Amministrazione per la restante parte non restituita dall’F.C.

3. Con D.G.C. 106/2011 il Comune di San Giusto ha liquidato ad Equitalia Nomos s.pa. la complessiva somma di euro 3.923,45 a saldo di una fornitura servizio idrico per l’irrigazione del campo da calcio oggetto di convenzione con la F.C. Canavese, mai pagata dalla squadra di calcio. Per evitare la sospensione del servizio presso una struttura comunale l’Amministrazione si vede obbligata a pagare il debito di F.C.; decisione ritenuta non accettabile dalla Corte dei Conti. Da sottolineare il giudizio espresso dal Collegio sulle deliberazioni assunte dalla Giunta “sulla tematica relativa alla concessione di una sovvenzione, a beneficio di F.C. Canavese per la realizzazione dei lavori di adeguamento del campo sportivo, si appalesa del tutto legittima e pienamente conforme al pubblico interesse perseguito dall’Ente civico, come riconosciuto, del resto, dallo stesso Pubblico Ministero contabile….. così come la Fideiussione si configura come un tipico atto di merito …assolutamente legittima, in quanto non irrazionale ed antieconomica.”( tratto dalla sentenza di cui sopra) La cosa bizzarra è che il Presidente di F.C. esce illeso e impunito dalla sentenza per aver adottato come propria linea difensiva l’astensione da tutte le delibere della Giunta Comunale che coinvolgevano F.C. Canavese. Tanto si doveva , con viva cordialità

L’Amministrazione Comunale di San Giusto Canavese

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Cucina

Ci scrivono i ristoratori d’Ivrea: “Alla vostra sicurezza ci pensiamo noi!

Ristoratori, osti, baristi e camerieri stanno lavorando con grande impegno ed attenzione per potervi garantire …

Seta, Giacometto: “La discontinuità deve partire dalle modalità di selezione della governance”

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO “L’idea di mettere in campo una modalità innovativa e più al passo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *