Home / Lettere al direttore / SALUGGIA. Olivero: “Rottamata la democrazia”
olivero paola
olivero paola

SALUGGIA. Olivero: “Rottamata la democrazia”

Riceviamo e pubblichiamo.

Parrebbe imminente l’approvazione da parte della Regione del Nuovo Progetto di Variante Generale di Piano Regolatore del Comune di Saluggia. A tempo di record, dal Febbraio 2014 ad oggi. Come è stato possibile? Semplice: passando sopra ai più elementari passaggi democratici ed ignorando le istanze dei Cittadini che, dati alla mano, avevano chiesto un incontro di verifica alla Regione Piemonte per esporre le loro preoccupazioni e perplessità su di un progetto pesantemente criticato da Provincia di Vercelli, ARPA, ATENA e Soprintendenze Regionali e dai gruppi di minoranza, in netto contrasto con il piano territoriale provinciale. Si tratta di un “pasticciaccio”, a partire dalla non chiara procedura di affidamento del progetto allo studio di professionisti (Responsabile comunale era l’Arch. Ravetto, oggi imputato insieme all’ex sindaco Marco Pasteris nel processo sull’edilizia saluggese), con annullamenti e riedizioni di inviti a gara, oltre alla sparizione di documenti originali inerenti l’affidamento. E poi. Avere reso noto il progetto a Cittadini e soggetti imprenditoriali solo dopo averlo approvato preliminarmente in consiglio, ed avere in quella sede obbligato illegittimamente il Consiglio ad esprimersi sulle Osservazioni dei Cittadini, sottoponendo “a pacchetto” quanto già deciso dalla Giunta, impedendo di esprimere pareri sulle singole Osservazioni come vuole la legge (Cons.Stato Sez IV 6/6/2008 n. 2681). Non avere mai convocato i Capigruppo, tagliando fuori pure la Commissione Ambiente, nonostante le gravi criticità saluggesi quale il nucleare in area esondabile. Mancata Valutazione del Rischio alla luce del Piano Provinciale di Emergenza della Prefettura per il Comprensorio nucleare. Avere ignorato il procedimento penale in corso su molte pratiche urbanistiche, con rischio di costruire il PRG su basi “malate”. Il coinvolgimento di membri della maggioranza in procedimenti urbanistici pubblici comunali e il dubbio di conflitti di interesse da parte di membri della stessa Giunta, anche in futuri espropri, che hanno partecipato alle votazioni consiliari nonostante i nostri ripetuti richiami. Il dubbio di danno erariale per avere affidato a professionisti (che figurano fra i consulenti SOGIN), uno studio idraulico, redatto a tempo di record per quasi 50 mila euro, che a nostro avviso avrebbe dovuto/potuto essere compreso nell’affidamento originale (ma purtroppo manca proprio la bozza originale di convenzione con il professionista incaricato del PRG, di cui mancava anche l’originale, firmato, in Municipio). Elaborato poi sottratto alle Osservazioni dei Cittadini (come richiesto dal nostro gruppo e da Legambiente, ignorati da Sindaco e Giunta). Ma soprattutto è stata ignorata la richiesta firmata da moltissimi Cittadini di essere convocati, inviata mesi fa alla Giunta Regionale, e che il Comune, venutone a conoscenza, ha pubblicato immediatamente con tanto di nomi e indirizzi dei firmatari, esponendoli a possibili “rappresaglie”. I Cittadini evidenziavano in particolare le conseguenze pesantissime della nuova inutile circonvallazione nord, mentre il traffico passa a sud, i cui vincoli faranno declassare terreni agricoli, aprendo la strada ad interventi urbanistici e speculazioni (riproveranno con una cava-discarica, per materiale che sarà pane per i nuovi depositi nucleari?). Il percorso, in contrasto con il piano provinciale, taglia il paese isolando case e cascine al di fuori dell’abitato, e come disse pubblicamente un consigliere di maggioranza non si realizzerà mai. Ora, anche se cavillando, la Regione riuscirà a far passare questo Piano Regolatore, chi ne esce ammaccato è il giudizio politico da parte del nostro territorio. Lo dico da cittadina “saluggina”, prima ancora che da consigliere comunale e provinciale. Se i Cittadini sentono la politica come qualcosa di ostile e lontano da loro, hanno le loro buone ragioni. A Saluggia l’unica rottamazione è stata fatta con la Democrazia.

Paola Olivero

Capogruppo consiliare, Comune di Saluggia

Commenti

Blogger: Fabio Mina

Avatar

Leggi anche

giuseppe summa, nursind

ASL TO4. Nursind avverte: “Nessun taglio sul personale”

Siamo preoccupati da nuovi tagli che inevitabilmente incombono sulla nostra asl. La bocciatura del bilancio …

IVREA. Zac. Signor Sindaco, un po’ di chiarezza

Lettera aperta di Nevio Perna, socio della cooperativa ZAC! e componente storico del Circolo Legambiente …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *