Home / Dai Comuni / SALUGGIA. Coronavirus, debutta il test rapido di Diasorin
Coronavirus
Coronavirus

SALUGGIA. Coronavirus, debutta il test rapido di Diasorin

L’ospedale di Vercelli ha in dotazione da oggi il tampone DiaSorin, per individuare in modo rapido il contagio da coronavirus.

Lo annuncia il senior vice president Industrial operations dell’azienda, Ugo Gay. “Siamo lieti di comunicare che da oggi l’ospedale Sant’Andrea è tra i pochi al mondo – afferma – ad avere in dotazione l’innovativo test molecolare che consente di ridurre i tempi di identificazione del covid-19 dalle 6-7 ore abituali a 1 ora. Un passo avanti senza precedenti nella lotta al virus”.

“Il nuovo test è conteso dagli ospedali di tutto il mondo: viaggia su macchine che esaminano 8 campioni per volta – aggiunge Gay – un prezioso e notevole risparmio di tempo sia per il paziente che per l’ospedale. Siamo felici che il nostro lavoro abbia una ricaduta positiva diretta sul territorio che ci ospita”. Diasorin, infatti, ha sede a Saluggia, nel Vercellese.

“Sono estremamente grato al gruppo DiaSorin di Saluggia”, commenta il presidente della provincia di Vercelli, Eraldo. “Quando lo scorso 12 marzo abbiamo organizzato l’incontro tra la multinazionale e l’assessore regionale alla Sanità, speravamo che questa tecnologia potesse essere messa a disposizione anche nel nostro territorio, oltre che dei centri di riferimento del Piemonte. Questo esito non era per nulla scontato”. Averlo a Vercelli, prosegue il presidente Botta, “è un privilegio e non possiamo che ringraziare tutta l’azienda per l’attenzione che ci ha riservato. Un altro importante tassello di un legame sempre più forte tra il gruppo e il territorio”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

san benigno biometano

SAN BENIGNO. 1.600 firme contro il progetto per l’impianto a biometano

Sono quasi 1.600 le firme consegnate nei giorni scorsi al sindaco di San Benigno, Giorgio …

rocca rifiuti

ROCCA. Cumulo di rifiuti all’ingresso del paese, monta la rabbia

ROCCA. Un cumulo di rifiuti all’ingresso del paese, nella strada provinciale che lo collega con …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *