Home / Sport / Altri Sport / RUGBY. VII Rugby, il derby resta un tabù
Una fase di gioco del derby di andata tra Cus Torino e VII Rugby

RUGBY. VII Rugby, il derby resta un tabù

Nulla da fare. Prosegue la maledizione del VII Rugby contro gli eterni rivali del Cus Torino che si aggiudicano il primo derby stagionale. Le premesse per sfatare il tabù c’erano tutte alla vigilia, ma la compagine di Andre Bester non è riuscita ad imporre la propria supremazia tecnica, forse schiacciante come mai prima d’ora negli ultimi anni. I derby fanno però storia a sé e anche quest’ultimo non è stato da meno, sfuggendo a qualsiasi pronostico. Sul terreno amico dell’Albonico i cussini hanno saputo interpretare la gara con maggior freddezza e cinismo rispetto al VII, portando a casa una vittoria per 23-16 che ferisce i settimesi (con tanti ex in campo, a cominciare proprio dal coach sudafricano) più sul piano emotivo che prettamente sportivo. La cronaca della gara vede gli ospiti partire con convinzione grazie a un calcio da tre punti con la solita precisione di Small. L’avvio viene però vanificato dal “giallo” (i settimesi verranno penalizzati a più riprese dal direttore di gara) a Vetturini. Il Cus ne approfitta con la meta di Ursache e si porta a condurre. Tornata la parità numerica, il VII Rugby si rifà sotto e torna in vantaggio grazie a una meta di maul e ai calci di Small. Nel finale di tempo, nuovo giallo a Sebastiano Lo Greco e il Cus impatta sul 13 a 13 prima del riposo. La ripresa vede ancora il XV di Bester in inferiorità numerica subire il sorpasso del Cus, che si rivelerà definitivo. I gialloblu tuttavia reagiscono, dominano in mischia e schiacciano i padroni di casa, ma la grande pressione si infrange sulla munita retroguardia cussina. Il campionato di Serie B si conferma dunque pieno di insidie, ma in via Cascina Nuova è vietato perdersi d’animo; bisogna anzi guardare al prossimo impegno (domenica in casa con Cogoleto), confidando anche nel recupero di pedine fondamentali ferme ai box per infortunio.

L’amarezza per la sconfitta della Senior è stata in parte mitigata dalla bella vittoria dell’Under 18 élite sul difficile campo di Rovato. I ragazzi di Claudio Franchi si sono imposti per 36-29 con una bella reazione che, dopo l’iniziale meta del Rovato, ha consentito loro di imporre la maggiore fisicità nel pacchetto di mischia e nella maul. Per il VII Rugby hanno realizzato Berra,  Davel e Geneselli, questi ultimi con due mete a testa.

Commenti

Blogger: Gabriele Rossetti

Avatar

Leggi anche

PALLANUOTO. Il Setterosa si riscatta sconfiggendo la Russia

Un bel Setterosa, granitico in difesa, cinico in attacco e puntuale in superiorità numerica (4/6) …

SCHERMA. Tre le prove di Coppa del Mondo in programma: azzurri su più fronti

E’ un fine settimana senza sosta per la scherma mondiale. Sono tre infatti le prove …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *