Home / Sport / Altri Sport / RUGBY. Il Rugby San Mauro festeggia i 30 anni

RUGBY. Il Rugby San Mauro festeggia i 30 anni

Grande festa al Parco Einaudi per celebrare il trentennale dell’attività del Rugby San Mauro. Le celebrazioni sono coincise con la tradizionale festa di chiusura della stagione agonistica e con la “Festa delle Fragole”. Sono passati 30 anni da quel settembre 1985 quando venne fondata l’Asd Rugby San Mauro. Dai 15 giocatori dell’epoca il sodalizio gialloblu conta oggi più di 300 tesserati. Numeri che fotografano un movimento in continua espansione, celebrato con tutti i suoi protagonisti (presenti e passati). Più di mille le persone che si sono riversate al Parco Einaudi per rendere omaggio alla gloriosa storia della società per tutta la giornata, durante la quale (dalle 10 del mattino alle 9 di sera) si sono alternate partite, grigliate e brindisi a non finire. Sin dalle prime ore della giornata sono scese in campo tutte le categorie gialloblu, a cominciare dal settore Propaganda (Under 8-10-12) che ha visto coinvolti 200 bambini del San Mauro, del Volvera, del Novara e della società francese CAM di Saint Jean de Maurienne, gemellata con il Rugby San Mauro. I piccoli rugbysti hanno dato vita a degli incontri piacevoli, con il classico terzo tempo finale e con una piantina di fragole in dono a tutti i partecipanti. Nel pomeriggio è stata poi la volta dell’Under 14 contro La Drola Junior, società di Torino (normalmente ospitata a San Mauro poiché senza campo). A seguire, mentre sul terreno da rugby si affrontavano le Under 16 e 18 contro il Cus Torino, sul campo da calcio diviso in due giocavano la Under 16 femminile e una partita al tocco mamme contro papà. A seguire è poi andato in scena un triangolare “old” tra le compagini Highlanders 011, lo Stade Valdotain e gli Amici del Rugby. La partite si sono concluse con la formazione Seniores, reduce dal raggiungimento della salvezza nei playout di C1, opposta al Cus Torino. Quella del sodalizio cussino non era una presenza a caso; in pochi infatti ricordano dal 1994 al 1999 è esistito il Cus Torino San Mò che si occupava delle compagini Seniores e giovanili. Nello spirito che solamente uno sport come il rugby sa infondere, anche gli arbitri designati a dirigere le partite erano degli ex giocatori con un passato nelle file sanmauresi. Nonostante la pioggia caduta in serata, la festa è proseguita ugualmente con la maxi grigliata ed il concerto conclusivo che ha sancito in maniera definitiva il traguardo dei 30 anni di quella che è, a tutti gli effetti, la quarta società rugbystica piemontese più longeva. Una storia destinata a durare ancora a lungo sempre all’insegna dei sani principi e valori del rugby.

 

Commenti

Blogger: Gabriele Rossetti

Avatar

Leggi anche

CALCIO. PRIMA CATEGORIA. Colleretto-Montanaro: subito scintille

CALCIO. PRIMA CATEGORIA. Colleretto-Montanaro: subito scintille

Domenica 27 settembre scatta anche il campionato di Prima Categoria. Poche sorprese nella composizione dei …

Dynamic Sport-In Sport Ivrea

NUOTO. Dynamic Sport-In Sport si conferma nell’èlite regionale

Quarto posto di prestigio Palazzo del Nuoto di Torino per la Dynamic Sport-In Sport, impegnata …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *