Home / Sport / Altri Sport / RUGBY. Colpo grosso del VII Rugby sul campo della capolista Parabiago

RUGBY. Colpo grosso del VII Rugby sul campo della capolista Parabiago

Serviva una prestazione maiuscola per dimostrare la reale forza della squadra; in particolar modo al cospetto della prima della classe e su di un campo già di per sé proibitivo, reso ulteriormente ostico dalle condizioni climatiche. Il VII Rugby non delude le aspettative della vigilia e torna da Parabiago con un successo preziosissimo che porta i gialloblu al terzo posto solitario del girone. I 30 ragazzi in campo danno vita ad un match degno del rugby d’antan. Fango e sofferenza: roba da eletti di questo sport e da titani. Il VII Rugby aveva preparato la partita durante la settimana sapendo che il campo sarebbe stato in condizioni proibitive. Doveva essere partita per gli avanti e così è stato. Sin dalle prime battute del match sono i settimesi ad esercitare la pressione maggiore. Ospiti in vantaggio con Manga, che raccoglie da Arrigo, finta, rientra, lascia sul posto il suo diretto avversario e s’invola in fuga solitaria per la realizzazione in tuffo. Meta trasformata da Nathan. I giocatori, ormai quasi irriconoscibili per il fango, continuano nella contesa, eroici. Al 34’ da una touche nei 30 metri di Parabiago parte il treno maul dei gialloblu che inarrestabili avanzano ed entrano in meta con Perini, il quale deve solo appoggiare per la realizzazione (meta non trasformata). Il primo tempo si chiude quindi sul 12-0 per il VII Rugby e dopo il cambio di campo è inevitabile una reazione dei padroni di casa. Parabiago si affaccia per la prima volta in area settimese e Janelli, approfittando di uno scivolone di Arrigo che gli si contrapponeva, deposita in meta. Grillotti trasforma per il 7-12 al 45’. Il tempo di riordinare le idee ed il trenino gialloblu innesta l’ennesima percussione dirompente e per 35 metri avanza per la facile realizzazione di Perini. Al 50’ Nathan trasforma per il 19-7. Parabiago non ci sta, eroico continua nella lotta e, al 55’, trova la segnatura del definitivo 12-19. Settimo vince meritatamente, nel fango e sotto la pioggia incessante, con carattere e determinazione. Sugli scudi Tveraga, vero pack leader e tutto il pacchetto di saltatori che dalla touche ha costruito una vittoria che oltre ad essere utile per la classifica lo è ancor di più per il morale. Un successo che consegna al campionato una compagine che vuol dire la sua e che non mollerà fino alla fine.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Stefano Valieri e Cristina Carena

RALLY. Stefano Valieri fa ritorno sulle strade del debutto

“Lavoro a due chilometri dall’inversione del ponticello. Non potrebbe esserci prova speciale cui sono più …

CALCIO. Domenico Mallardo non è più il presidente del Venaria

CALCIO. Domenico Mallardo non è più il presidente del Venaria

Domenico Mallardo non è più il presidente dell’ASD Venaria. L’ufficialità è arrivata nella serata di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *