Home / BLOG / RUEGLIO. Arriva il primo depuratore in Valle

RUEGLIO. Arriva il primo depuratore in Valle

Dopo lunghi anni di attesa verrà realizzato il primo impianto di depurazione idrica della Valchiusella a Rueglio. Da gennaio sono iniziati i piani di predisposizione dei lavori per la realizzazione dell’impianto dell’area in regione Praslunghe e dell’impianto di sollevamento di via Mulino con grande soddisfazione dell’amministrazione comunale ruegliese. La costruzione vera e propria dell’impianto e la sua messa in funzione sono previsti per questa primavera per opera di SMAT. 

La sindaca di Rueglio, Gabriella Lafaille precisa, inoltre, che l’amministrazione comunale ha finalmente pensato ai cittadini che avevano fatto domanda nel 2009, per il risarcimento della quota di depurazione versata al Comune negli anni 1999-2003 che avverrà entro fine gennaio.

Tale somma era sempre rimasta accantonata nel bilancio comunale da allora. Finalmente possiamo provvedere ai rimborsi in quanto anni di nostra competenza e non ancora di Smat”. Essendo state trasferite le competenze spettanti agli enti locali per l’organizzazione del servizio idrico integrato e la programmazione delle infrastrutture idriche all’Autorità d’Ambito territoriale Torinese dal 24 maggio 2012, le domande presentate dai cittadini per il risarcimento delle quote di depurazione dopo il 2013, non sono state accolte.

Gli intermediari tra il territorio e l’Autorità d’Ambito restano il sindaco ed i presidenti delle unioni montane o regionali che tuttavia non hanno l’ultima parola sul servizio idrico affida a Smat. In conclusione, Lafaille dice: “Le quote successive al 2013 sono state versate a SMAT . Sia loro che l’Autorità d’Ambito sono state irremovibili sui risarcimenti nonostante i nostri ripetuti solleciti, continuando a sostenere che gli impianti di raccolta sedimenti realizzati lungo il rio Oraglio siano da considerarsi per legge impianti di depurazione e quindi a norma nonostante le lamentele.

Non potendo venire incontro alle richieste dei cittadini,abbiamo pensato di provvedere diversamente con la sostituzione di un tratto di acquedotto in regione Lavesso, soggetto a frequenti guasti per via delle sue pessime condizioni, finanziando i lavori con la somma rimanente della quota di competenza del Comune vincolata ad opere idriche. SMAT completerà la tratta e potrà di conseguenza realizzare un impianto di sollevamento che permetterà agli utenti di via Issoglio di avere un servizio migliore. I lavori, già appaltati, inizieranno questa primavera” spiega la sindaca, in conclusione.

Commenti

Blogger: Veronica Rossetti

Veronica Rossetti

Leggi anche

IVREA. E’ giunta l’ora delle azioni concrete

Abbiamo già scritto più volte di come un certo modo di interpretare la politica tenda …

I Mirmidoni!

I Mirmidoni! Se leggete l’Iliade trovate i Mirmidoni un antico popolo della Tessaglia Ftiotide del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *