Home / Dai Comuni / RUBIANA. Si indaga sulle cause della morte della lupa recuperata sulle montagne piemontesi

RUBIANA. Si indaga sulle cause della morte della lupa recuperata sulle montagne piemontesi

Nei giorni scorsi le Guardie Ecologiche Volontarie della Città Metropolitana di Torino, su segnalazione di un escursionista, hanno rinvenuto un Lupo morto sulle montagne sopra Rubiana, oltre i 1600 metri di altitudine, tra la Val Susa e la Valle di Viù. Si tratta di una giovane femmina di circa  6-7 mesi di età, del peso di 23 kg.

Dopo i contatti con il personale del Corpo Forestale dello Stato, del Servizio veterinario dell’Asl To3 e del Parco Alpi Cozie – partner del progetto Life Wolf Alps – i volontari  hanno provveduto al recupero della carcassa dell’animale, che è stata trasportata a valle. In collaborazione con il personale dedicato al progetto Life Wolf Alps del Parco  Alpi Cozie, la carcassa è stata consegnata ai veterinari del Dipartimento Universitario di Veterinaria a Grugliasco.

I veterinari dell’Università e del CERMAS-Centro di Referenza Nazionale per le Malattie degli Animali Selvatici di Aosta, che fa capo all’Istituto Zooprofilattico Sperimentale Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta, hanno eseguito l’esame necroscopico sull’animale. Le cause della morte sembrano naturali, ma si eseguiranno ulteriori esami tossicologici. Sono anche stati prelevati campioni di tessuto, per eseguire le analisi genetiche previste nell’ambito del progetto europeo Life Wolf Alps. Il DNA ricavato permetterà di comprendere gli spostamenti della Lupa, la sua provenienza e il branco di origine. Una volta terminati tutti gli esami, la Lupa sarà imbalsamata e conservata a scopi didattici dalla Città Metropolitana di Torino.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

CHIVASSO. Maria Immacolata Rossetti: “L’arte era il mio destino”

Pittrice, scultrice e poetessa… Maria Immacolata Rossetti è un’artista a tutto tondo che spazia in …

CASTAGNETO PO: spettacolo di teatro da non perdere

Venerdì 24 gennaio, alle ore 21.00, presso la chiesa di San Pietro sita in Piazza …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *