Home / In provincia di Torino / ROSTA. Falso made Italy, sequestrato abbigliamento nel Torinese

ROSTA. Falso made Italy, sequestrato abbigliamento nel Torinese

Quattromila capi di abbigliamento, oltre 90.000 tra etichette ed imballaggi, 2 macchinari industriali e 220.000 metri di filato acrilico, per un valore di oltre 250.000 euro. E&rsquo quanto sequestrato dalla Guardia di finanza in un market di Rosta, nel Torinese. L’esercizio commerciale era gestito da un imprenditore cinese che vendeva capi di abbigliamento in acrilico spacciandoli per cachemire o altri filati di pregio. L’uomo è stato denunciato per frode in commercio e sanzionato per oltre 5 mila euro.
Per le analisi dei filati, i finanzieri si sono avvalsi della collaborazione del laboratorio Chimico BuzziLab di Prato. La lana, come gli altri filati pregiati quali il Cachemire, erano inferiori se non addirittura assenti rispetto ai valori indicati.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

LEINI. “Voglio portare i giovani a vivere di più il paese”

È il più giovane consigliere comunale del nuovo parlamentino leinicese. Alle elezioni comunali ha collezionato …

LEINI. Mal di pancia in Progetto Leini, la squadra è spaccata

Quanti mal di pancia nel gruppo di Progetto Leini... La nomina di Carmela Masi come …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *