Home / BLOG / RONDISSONE. Vincono i conservatori. De Ros sindaco, Martin vice
de ros e martin sorriso
Il sindaco De Ros e il suo vice Martin

RONDISSONE. Vincono i conservatori. De Ros sindaco, Martin vice

Con i tempi che corrono, e con la voglia di rifugiarsi in un posto sicuro piuttosto che fare un salto nel buio, anche a Rondissone i cittadini hanno deciso di affidarsi “all’usato garantito”. Passateci il termine, ma le elezioni della scorsa settimana hanno dimostrato quanto sia forte ancora il legame con un passato che forse oggi sarà difficile ripetere, ma che comunque dà maggiori garanzie rispetto al nuovo che avanza… S’è votato a Rondissone per il rinnovo del sindaco e del Consiglio comunale e si può dire che è cambiato tutto per non cambiare nulla: ha vinto Miriam De Ros, candidata di “Riviviamo Rondissone Insieme Impegno e Concretezza”, che andrà a fare il sindaco, mentre il suo vice sarà Maurizio Martin. Come dieci anni fa, prima che iniziasse l’era Lomater durata due mandati e che non ha avuto più un seguito oggi, visto che la maggioranza uscente non ha saputo proporsi con un suo candidato sindaco, solo che a parti invertite: all’epoca Martin era sindaco e la De Ros sedeva nell’esecutivo. Ha vinto la tradizione, dunque. Hanno perso Nicola Sgherzi, della lista “Sgherzi Sindaco Nuova Rondissone”, seppure abbia potuto contare sul sostegno di due candidati del gruppo che si rifaceva a Morena Rozzino, e Michele Biscotti, volto nuovo della politica rondissonese, che è riuscito sì a raccogliere un discreto numero di consensi non sufficiente però ad arrivare a sedersi sullo scranno più alto del palazzo municipale. Il Consiglio comunale, dunque, che si riunirà martedì 10 giugno alle 21 per l’insediamento, è composto da: Maurizio Martin, Debora Monteleone, Maria Piera Formia, Claudia Ghignone, Paola Gazzola, Michael Torasso e Massimo Vicenti per la maggioranza, Nicola Sgherzi e Davide Cambursano per la lista “Sgherzi Sindaco Nuova Rondissone” e Michele Biscotti per “Vivi Rondissone”. De Ros ha inoltre già scelto i componenti dell’esecutivo: sono Maurizio Martin, vice sindaco, che avrà le deleghe ad Edilizia Pubblica, Viabilità, Ambito Idrico, Parco del Po e Tutela Ambientale, e Claudia Ghignone, ex presidente della Pro loco, che si occuperà di Istruzione, Associazioni e Cultura. Non è escluso poi che uno dei due assessori rassegni le dimissioni dall’incarico di consigliere comunale per far spazio, in Consiglio, al primo escluso della lista di Miriam De Ros. “Ci siamo subito messi al lavoro – spiega Miriam De Ros -, stiamo facendo un’analisi di quello che abbiamo trovato in comune, dei progetti appaltati e di quelli che andranno in appalto a breve. Ci siamo messi a studiare il bilancio. Insomma, c’è molto lavoro da fare e meno male che noi abbiamo una lunga esperienza da far fruttare…”.

Commenti

Blogger: Emiliano Rozzino

Emiliano Rozzino
Libero di...

Leggi anche

SAN RAFFAELE. Rifiutai Bush, eravamo al completo Da allora ho cucinato per tutti i Presidenti

Roberto Donna è uno di quegli italiani che a 19 anni ha fatto le valigie …

CHIVASSO. “Biometano, falsità a raffica!” Cambursano è un fiume in piena

Renato Cambursano è un fiume in piena. L’ex sindaco  di Chivasso ed ex parlamentare non …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *