Home / Dai Comuni / RONDISSONE. Tentano il furto, il padrone di casa li fa arrestare
Ladri in casa
Ladri

RONDISSONE. Tentano il furto, il padrone di casa li fa arrestare

Continua ad essere alta a Rondissone l’attenzione sui furti nelle abitazioni. Dopo gli episodi delle scorse settimane, i cittadini si sono organizzati, con la disponibilità del gruppo comunale di Protezione civile e il coordinamento del sindaco Miriam De Ros, per tenere sotto controllo tutte le sere le strade del paese. Dal calare del buio fino all’alba, ogni notte c’è almeno un’auto della Protezione civile che batte il territorio allo scopo di prevenire eventuali furti e di far arrestare, nel caso, i malintenzionati che vengono sorpresi in giro. La collaborazione con le forze dell’ordine è infatti massima. Purtroppo, però, tutto questo stato di allerta e questo dispiegamento di forze, seppur volontarie, non sempre è sufficiente a tener lontani i malviventi. La scorsa settimana, infatti, i ladri sono tornati all’attacco. Nella notte tra domenica e lunedì, due uomini di nazionalità rumena sono stati sorpresi mentre cercavanodi forzare la porta di ingresso di un’abitazione alla periferia del paese. Li ha scoperti il proprietario, che si trovava in casa, ed ha immediatamente avvertito il 112. Una gazzella dei carabinieri in forza al nucleo radiomobile di Chivasso s’è subito precipitata sul posto. I due sono stati sorpresi in apert campagna, mentre fuggivano dopo aver abbandonato un furgone risultato rubato la notte prima a Venaria. Sul mezzo c’erano attrezzi da scasso. Si presume ci fosse un terzo complice, che è fuggito via.

Commenti

Blogger: Emiliano Rozzino

Emiliano Rozzino
Libero di...

Leggi anche

LEINI. Operaio investito al cantiere sulla Torino-Caselle

Un operaio che segnalava un cantiere stradale ė stato investito questa mattina a Leini (Torino) …

IVREA. Ecco i primi “No” al peduncolo. Il Pd la ritiene un’opera utile

Una riunione della commissione urbanistica fortemente voluta dal suo presidente Francesco Comotto. Ad un certo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *