Home / BLOG / RONDISSONE. Martin sulle elezioni: “Mai parlato con Lomater”
Maurizio Martin
Maurizio Martin

RONDISSONE. Martin sulle elezioni: “Mai parlato con Lomater”

Balle. Tutte balle. Sono quelle che si sono raccontate, sui giornali, in questi settimane. A sostenerlo, niente popo di meno che il consigliere comunale uscente, ed ex sindaco del paese, Maurizio Martin.

Non ho alcuna intenzione di occuparmi delle elezioni. Non sto partecipando ad alcuna trattativa, nè mi sono mai sentito con Lomater”, giura e spergiura al telefono. Ce ne ha messo, Martin, a rompere il silenzio in cui era piombato da qualche tempo per chiarire quelle che sono le voci e le indiscrezioni che si sono alimentate per il paese in queste settimane. Con le elezioni amministrative del 25 maggio praticamente dietro l’angolo, è tutto un tam tam di ipotesi sulle possibile candidature a sindaco. Noi, abbiamo provato a raccontarvene qualcuna. Un mese fa, l’ipotesi più credibile era che, costretto a mettersi da parte per la legge sul terzo mandato, l’uscente Franco Lomater preparasse il terreno per la candidatura del suo vice, Alessandro Angiono. Sull’altro lato della “barricata”, Martin avrebbe lasciato campo libero a Miriam De Ros e Nicola Sgherzi si sarebbe deciso a candidarsi a sindaco “per il bene del paese”, così come ci ha spiegato in una recente intervista. Da qualche tempo a questa parte, aveva però preso piede una clamorosa indiscrezione: Lomater e Martin, un passato remoto nella stessa amministrazione, un prossimo ed un presente divisi, avrebbero cominciato a lavorare, sottotraccia, per presentare una lista unica, con un candidato sindaco che, s’è detto in principio, avrebbe potuto essere il figlio dell’attuale presidente della Pro loco, salvo che poi lo stesso avrebbe fatto marcia indietro e fatto saltare “l’agreement” abbozzato. E quindi? “Non c’è niente di vero – inforca, al telefono, Maurizio Martin -. Ne ho lette di tutti i colori, in queste settimane, e capisco che ci possa stare, ma adesso è necessario fare chiarezza perché in giro la gente comincia a fermarmi e a chiedermi se è vero che sto lavorando per questo, per quell’altro o per quell’altro ancora. Io non sto lavorando proprio per nessuno, voglio che sia chiaro una volta per tutte: non mi sto interessando alla campagna elettorale, non ho partecipato ad incontri. Sto seguendo tutto da lontano, in maniera distaccata. Non mi voglio candidare a sindaco nè ho mai incontrato o parlato con Lomater per avviare una collaborazione. Non c’è niente di vero, io me ne sto comodo comodo a casa mia e seguo l’evolversi degli eventi. Poi, si vedrà…”. E Miriam De Ros? “Non lo so cosa farà. L’ho detto, non mi sto interessando di nulla. Scrivetelo, per favore, che è giusto che la gente di Rondissone lo sappia”.

Prendendo per vero ciò che ci ha raccontato al telefono Martin, restiamo appesi ai mille dubbi che questa campagna elettorale rondissone sta lasciando. Uno su tutti: con chi si candiderà, allora, Miriam De Ros? “Radio Rondissone” suggerisce una clamorosa indiscrezione: si starebbe lavorando ad una lista per portare De Ros a fare il sindaco e Actis Perinetti a diventare il suo vice. Regia, indovinate di chi?

E il sindaco Lomater? Scomparso dai radar. Pare stia lavorando per ricucire lo “strappo” con Angiono. Chissà. Intanto, è spuntato nei cieli rondissonesi il Movimento 5 Stelle. Si dice con un candidato già pronto: Alex Besson.

Commenti

Blogger: Emiliano Rozzino

Emiliano Rozzino
Libero di...

Leggi anche

IVREA. Sertoli batte Ballurio: licenziamento giusto… Il Ministero dell’interno gli dà ragione, ma…

S’era rivolta al Capo dello Stato Sergio Mattarella per l’annullamento del provvedimento del 3 marzo …

La macelleria Bertinetto di Rivarolo Canavese

RIVAROLO. Così il virus ha stravolto le vite dei negozianti. Il racconto di Paola della macelleria Bertinetto

Paola De Iudicibus, 51 anni,  lavora da 15 anni col marito Ivo, 52 anni, titolare …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *