Home / Italia / ROMA. Sabato 21 maggio Giornata nazionale cultura vino e olio
vini bianchi
vino

ROMA. Sabato 21 maggio Giornata nazionale cultura vino e olio

Sabato 21 maggio sarà la “Giornata nazionale della cultura del vino e dell’olio”, sesta edizione dell’iniziativa promossa dall’Associazione Italiana Sommelier (Ais) – col patrocinio dei ministeri delle Politiche agricole e dei Beni culturali – per rendere il giusto riconoscimento allo straordinario patrimonio culturale che il settore vitivinicolo e quello oleario rappresentano per il nostro Paese.

Il tema scelto per la Giornata Nazionale di quest’anno è l’etichettatura, in particolare del vino e dell’olio. “Argomento estremamente attuale – sottolineano i promotori – alla luce delle recenti disposizioni comunitarie e particolarmente caro ai consumatori, che, attraverso la lettura di quanto indicato sulle confezioni, possono accedere alle informazioni sulla provenienza e le caratteristiche del prodotto ed esercitare così il loro diritto ad una scelta corretta e consapevole. Senza contare che l’etichetta è uno strumento fondamentale anche per i produttori, che possono così valorizzare le peculiarità delle materie prime e delle metodologie produttive utilizzate. Non è un caso che gli eventi regionali vedranno il coinvolgimento dell’ICQRF, ovvero il Dipartimento del Ministero delle Politiche Agricole preposto al controllo della qualità e, dunque, alla prevenzione e al contrasto delle frodi alimentari”.

Il patrocinio dela Rai – Radio Televisione Italiana, concludono i sommelier in una nota, garantirà il racconto dei 20 eventi organizzati per l’occasione dalle Delegazioni regionali di Ais con la forza dei suoi 35.000 sommelier, per raccontare le eccellenze dei vari territori e far scoprire località di grande valore storico-culturale, legate alla cultura enoica e olearia. 

Quantità di vino superiori a quanto dichiarato nei documenti a bordo, probabilmente destinate alla vendita in nero, e bottiglie di vini Bonarda doc senza il contrassegno di certificazione dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato. Sono le irregolarità trovate dal Nucleo Mobile del comando provinciale della Guardia di Finanza di Cuneo sul mezzo di trasporto di un “noto produttore” di un’azienda vitivinicola della provincia di Alessandria. Il titolare dovrà pagare una sanzione da un minimo di 10.154 ad un massimo di 53.873 euro.

Commenti

Blogger: Fabio Mina

Avatar

Leggi anche

BRESCIA. Evasione fiscale, 20 arresti: anche un ex arcivescovo

“Siamo davanti ad una vera e propria officina dell’evasione fiscale” dicono gli inquirenti che per …

Coca Cola, possibili filamenti di vetro: richiamati alcuni lotti

Il ministero della Salute ha richiamato alcuni lotti di Coca-Cola in bottiglia per la possibile …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *