Home / Attualità / ROMA. Procreazione: Tribunale Milano invia legge a Consulta
tribunale

ROMA. Procreazione: Tribunale Milano invia legge a Consulta

Legge 40 sulla procreazione assistita (pma) di nuovo a giudizio: il Tribunale di Milano ha rinviato nuovamente la legge alla Consulta accogliendo il ricorso presentato da una coppia fertile ma portatrice di malattia genetica trasmissibile grave che, secondo la norma, non può ricorrere alla pma nè alla diagnosi genetica preimpianto. Con una sentenza che i legali definiscono ”particolarmente significativa”, il Tribunale di Milano ha dunque inflitto un’altro duro colpo alla legge 40/04 rinviandola nuovamente alla Corte Costituzionale. Il Tribunale ha infatti accolto il ricorso di una coppia di persone fertili ma portatrici di una patologia genetica trasmissibile grave e invalidante, quale è l’esostosi, che secondo quanto previsto dalla stessa legge 40 non può ricorrere alle tecniche di procreazione medicalmente assistita nè alla diagnosi genetica preimpianto dell’embrione.
Dopo le censure della Corte Europea dei diritti dell’Uomo del 2012 – che ha condannato l’Italia per l’incoerenza di ammettere l’aborto ma di non consentire la diagnosi genetica di preimpianto sull’embrione, nonchè di escludere dal ricorso alla pma chi presenti un grave rischio di trasmettere patologie genetiche gravi alla prole – anche il Tribunale di Milano, dopo quello di Roma, rimette dunque gli atti alla Consulta affinchè valuti la legittimità costituzionale della norma.

Commenti

Blogger: Fabio Mina

Avatar

Leggi anche

Anche con il Covid l’Inps perseguita e minaccia i cittadini…

E poi ci si chiede che cosa sia la “burocrazia”, cosa significa vivere in uno …

ASLTO4. Appalti “facili” nella sanità, c’è un’altra misura cautelare

Nuova misura cautelare nell’ambito dell’operazione ‘Molosso’, che nei mesi scorsi ha fatto emergere episodi di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *