Home / Italia / ROMA. Lorenzin, “Pronto soccorso punto forza ma garantire qualità”
Beatrice Lorenzin
Beatrice Lorenzin

ROMA. Lorenzin, “Pronto soccorso punto forza ma garantire qualità”

La rete italiana della emergenza-urgenza ”ha raggiunto un livello ragguardevole di funzionalità e può essere considerata un punto di forza del nostro sistema; occorre tuttavia ottimizzare gli sforzi non solo per garantire il mantenimento dei livelli ma, soprattutto, il perseguimento di una standardizzazione e un’omogeneizzazione di un elevato livello di qualità”. Lo ha sottolineato, in un messaggio, il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, in occasione della presentazione oggi a Roma della Settimana nazionale del Pronto soccorso.

L’iniziativa, in programma dal 16 al 24 maggio, è promossa dalla Società italiana di medicina di emergenza urgenza (Simeu) con l’obiettivo di informare e sensibilizzare i cittadini. Ci saranno giornate ‘open day’ di accesso ai Pronto soccorso in varie città e sono in programma incontri e attività pubbliche nelle piazze, nelle scuole e anche nei centri commerciali, con i medici che spiegheranno come funziona il Pronto soccorso e ascolteranno le esigenze dei pazienti. La novità dell’edizione 2015 della Settimana è inoltre una partnership con il Tribunale dei diritti del malato-Cittadinanzattiva, grazie alla quale verrà realizzato un monitoraggio nei Pronto soccorso italiani per arrivare alla proposta di azioni migliorative mirate. La Settimana, ha concluso lo stesso ministro, sarà una ”preziosa occasione per far comprendere alla popolazione le dinamiche dei servizi di emergenza e ascoltare le richieste, affinché tutti insieme possiamo affrontare le inefficienze e carenze che, di fatto, ancora affiggono il nostro sistema di emergenza”.

Commenti

Blogger: Fabio Mina

Leggi anche

GORIZIA. Contrabbando gasolio da Est Europa, 3 arresti e 83 denunce

E’ di 3 arresti e 83 denunce il bilancio di una vasta operazione della Guardia …

ROMA. Ancora ventenni morti sulle strade, ma morti in calo

Ancora morti sulle strade, tutti giovani e giovanissimi. La triste realtà dei 12 morti della …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *