Home / Italia / ROMA. Fai: Giornate di primavera per ‘divertire’ l’Italia

ROMA. Fai: Giornate di primavera per ‘divertire’ l’Italia

Il Palazzo della Marina, con la sua incredibile biblioteca, e, sempre a Roma, Palazzo Giustianini, dove de Nicola firmò la Costituzione repubblicana. L’Isola Bisentina sul lago di Bolsena, paradiso dei Farnese generalmente inaccessibile al pubblico, con il suo trionfo di giardini e la Chiesa del Vignola. E poi a Venezia, Casa Bortoli affacciata sul Canal Grande e Ca’ Vendramin Calergi dove morì Richard Wagner, il parco delle Colonie bergamasche a Cagliari, lo Stadio Meazza, spogliatoi dell’Inter e del Milan compresi. E ancora castelli, i ‘palazzi del cinema’ a Lecce, siti archeologici, borghi dalle antiche tradizioni, stanze della politica solitamente blindate: saranno oltre 1000 i luoghi eccezionalmente aperti al pubblico nella 26/a edizione delle Giornate Fai di primavera, che tornano il 24 e 25 marzo con oltre 50 mila volontari a far da ciceroni e la campagna di raccolta fondi Insieme cambiamo l’Italia, seguita anche dalla Rai.
“Vogliamo divertirci e divertire gli italiani”, racconta il vicepresidente esecutivo del Fondo Ambiente Italiano, Marco Magnfico. “Un’occasione anche per i giovani – aggiunge il presidente Andrea Carandini – per imparare come dare valore ai luoghi e come comunicarli a tutti”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Coronavirus, "Dobbiamo affrontare una fase storica particolare che deriva anche dalla situazione di emergenza che viene dall'Asia

MILANO. Coronavirus: Di Maio, 2 marzo tavolo con imprese a Farnesina

Coronavirus, “Dobbiamo affrontare una fase storica particolare che deriva anche dalla situazione di emergenza che …

Salvini, prima la svolta: "Se le regole Ue non cambiano, facciamo come gli inglesi". Poi la frenata sull'Italexit "Lavoriamo per il Conte-exit".

MILANO. Salvini, o Ue cambia o facciamo come inglesi. Poi frena

Salvini, prima la svolta: “Se le regole Ue non cambiano, facciamo come gli inglesi”. Poi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *