Home / Attualità / ROMA. Dopo Roma, Milano si candida a protagonista in lotta diabete
Vaccino contro il diabete

ROMA. Dopo Roma, Milano si candida a protagonista in lotta diabete

Dopo Roma anche Milano protagonista della lotta al diabete. Nel Nord Italia, la città con il maggior numero di persone con diabete in termini assoluti è infatti proprio il capoluogo della Lombardia: 144 mila persone, ovvero il 4,5 per cento dei residenti della città e dell’area metropolitana. Questo dato preoccupante ha spinto l’amministrazione comunale a candidare la città e l’area metropolitana al programma internazionale Cities Changing Diabetes, nato quattro anni fa in Danimarca e promosso dall’University College London (UCL) e il danese Steno Diabetes Center, con il contributo di Novo Nordisk. È emerso oggi all’Health City Forum in corso a Roma.
In Italia, le persone con diabete sono 3,27 milioni e il 52% risiede nelle 14 città metropolitane, cioè Roma, Milano, Napoli, Torino, Palermo, Bari, Catania, Firenze, Bologna, Venezia, Genova, Messina, Reggio Calabria e Cagliari. La percentuale di diabetici segue un gradiente decrescente da Sud a Nord: a Napoli sono quasi 209 mila persone, ovvero il 6,7 degli abitanti; a Roma, la situazione migliora di poco, con il 6,6 per cento dei residenti nella città e nell’area metropolitana (oltre 286 mila persone) che si dichiarano diabetiche. Un po’ meglio la situazione nel Nord Italia, dove la città con la più alta percentuale di persone con diabete è Torino con oltre 120 mila persone,anche se quella con il maggior numero assoluto di diabetici è Milano.
“Nelle città aderenti al programma Cities Changing Diabetes i ricercatori si impegnano a individuare le aree di vulnerabilità, i bisogni insoddisfatti delle persone con diabete e a identificare le politiche di prevenzione e come migliorare la rete di assistenza”, spiega Andrea Lenzi, presidente dell’Health City Institute. “Dieci anni fa la popolazione mondiale residente in aree urbane ha superato la soglia del 50% e questa percentuale è in crescita- spiega Roberto Pella, presidente dell’Intergruppo Parlamentare sulla qualità della vita nelle città – la salute pubblica occupa un posto di primaria importanza”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

finanza

Operazione Molosso. 15 arresti. Tangenti sui camici monouso. Bufera all’Asl To4

La Guardia di Finanza di Torino, a seguito dell’analisi dell’ingente materiale probatorio sequestrato durante le …

Questo Natale ricordati delle botteghe e dei negozi di vicinato

Sarà certamente un Natale diverso da tutti quelli che lo hanno preceduto quello che ci …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *