Home / Italia / ROMA. In calo reati su donne, camper della polizia raccoglie denunce
Polizia

ROMA. In calo reati su donne, camper della polizia raccoglie denunce

Camper della polizia in 14 città per incentivare le donne che hanno subito violenza a denunciare.

All’iniziativa – chiamata ‘Questo non è amore’ e presentata in due fasi al Viminale ed a Montecitorio – hanno dato il loro appoggio tre testimonial d’eccezione: la ministra delle Riforme, Maria Elena Boschi, la presidente della Camera Laura Boldrini e la sindaca di Roma, Virginia Raggi. “Siamo soddisfatti del calo di tutti i reati che hanno le donne come vittime, ma non ci accontentiamo: vogliamo aumentare la fiducia nello Stato e nelle forze di polizia che possono prevenire, proteggere e punire”, ha spiegato il ministro dell’Interno, Angelino Alfano.

Nel primo semestre dell’anno sono stati commessi 74 femminicidi, il 23% in meno rispetto ai primi sei mesi del 2015, quando erano stati 96. Diminuite nello stesso periodo anche le violenze sessuali (4.164 contro 5.398, -23%), gli atti persecutori (3.416 contro 5.077, – 33%), le percosse (4.488 contro 6.090, – 26%) e gli episodi di maltrattamento (1.243 contro 1.621, – 23%).

“Prima ancora di essere un reato – ha sottolineato il capo della Polizia, Franco Gabrielli – il femminicidio è qualcosa che ha carattere culturale e sociale. I dati recenti sono confortanti, ma non ci basta, il nostro sforzo sarà quello di recuperare il ‘sommerso’, sostenendo le vittime e convincendole a denunciare”.

In piazza a Montecitorio la presentazione del camper, con il team di poliziotti anti-violenza: psicologo, agente della Mobile, operatore di polizia giudiziaria. I veicoli saranno collocati in vie e piazze di 14 città (Sondrio, Brescia, Bologna, Arezzo, Macerata, Roma, L’Aquila, Pescara, Matera, Campobasso, Cosenza, Palermo, Siracusa e Sassari) il primo ed il terzo sabato di ogni mese per i prossimi tre mesi. Alla fine di questa fase sperimentale ci sarà una valutazione dei risultati e se saranno positivi, il progetto potrebbe diventare permanente.

Sul camper piazzato davanti all’ingresso della Camera sono salite Raggi e Boschi, dopo una veloce stretta di mano, seguite poi da Boldrini e Alfano. Sotto il sole cocente di mezzogiorno, circondate da una calca di giornalisti, fotografi e operatori, cui cercavano di fare scudo numerosi addetti alla sicurezza, le ‘testimonial’ hanno elogiato l’iniziativa della Polizia. “Le donne che denunciano violenze sappiano che troveranno persone preparate pronte ad ascoltarle e a suggerire loro percorsi di uscita”, ha detto Boschi. “In una società avanzata – ha osservato da parte sua Boldrini – anche un solo femminicidio è troppo, non possiamo abituarci ad un fenomeno odiosissimo e chiedo a tutti di ribellarsi, di uscire allo scoperto e dire no alla violenza”. La neo sindaca della Capitale, infine, ha assicurato che “da parte della città ci sarà la massima attenzione sul tema, con gli sportelli e tutte le strutture necessarie. Importante sarà la fase successiva e il ‘follow up’ per chi subisce violenze. Bisognerà trovare luoghi dove queste donne potranno andare ad abitare. Fondamentale sarà anche l’attività di prevenzione nelle scuole, con il contrasto a fenomeni come il bullismo”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

BOLOGNA. Affidi illeciti: il sindaco di Bibbiano querela Di Maio

Il sindaco di Bibbiano va al contrattacco. Andrea Carletti ha raccolto in una querela presentata …

PISTOIA. Maxi evasione da 30 mln, sequestrate 11 aziende carburanti

Una maxi evasione fiscale da 30 milioni di euro è stata scoperta dalla guardia di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *