Home / Attualità / ROMA. Barcamp alla Camera, la politica incontra il turismo
Franceschini
Franceschini

ROMA. Barcamp alla Camera, la politica incontra il turismo

Oltre 250 iscritti da tutte le parti d’Italia, 33 proposte da discutere, 5 gruppi di lavoro a confronto ma sopratutto una sentita partecipazione sui social, tanto che l’hashtag dell’evento #CameraConVision è salito al 5/o posto dei trend italiani su Twitter: sono i numeri del secondo Barcamp organizzato dalla Camera dei deputati, su proposta dell’Intergruppo parlamentare per l’Innovazione, sul futuro del turismo italiano. Il ministro Dario Franceschini, oberato da Jobs Act e legge di stabilità, all’ultimo momento ha dovuto dare forfait, ma tanti erano i big del settore, dai vertici dell’Enit a numerosi parlamentari che si sono confrontati con amministratori pubblici del turismo, accademici, imprenditori e blogger. Una “nonconferenza”, come viene definita dagli addetti ai lavori, importante per un settore strategico dell’economia italiana che da troppo tempo attende una svolta.

Ad aprire i lavori, il commissario straordinario dell’Enit Cristiano Radaelli che ribadisce l’urgenza di riuscire a presentare meglio l’Italia sui mercati internazionali. “Oltre il 50% dei turisti nel mondo sceglie una destinazione dopo aver guardato Internet e quindi dobbiamo essere presenti in modo aggressivo anche sul digitale. Non rinunciamo alle promozioni tradizionali ma entriamo in modo competitivo sul web e i social”. Degli sforzi fatti dall’Enit parla anche il direttore generale Andrea Babbi: “Stiamo vendendo milioni di biglietti per l’Expo in tutto il mondo e stiamo cercando dove possiamo di risparmiare: abbiamo chiuso e riaperto in ambasciate e consolati ben 10 sedi estere arrivando a un risparmio complessivo di 800 mila euro e tagliato del 30% gli straordinari del personale”.

“Non pensiamo solo ai problemi odierni, in questo settore serve una strategia innovativa” spiega Lorenza Bonaccorsi (Pd).

“E poi il turismo non è né di destra né di sinistra, la collaborazione tra forze politiche è assolutamente necessaria” le fa eco Ignazio Abrignani (Pdl). “Il turismo – spiega Roberta Milano, docente alla Cattolica di Milano ed esperta di web marketing, tra le organizzatrici del Barcamp – vale l’11,6% dell’occupazione nazionale e il 10,3% del Pil. Ma varrebbe molto di più se fosse affrontato come industria, industria dell’ospitalità come la chiamano all’estero. E’ sempre molto lasciato allo spontaneismo”.

“E’ molto importante ‘contaminare’ – sottolinea Edoardo Colombo, consulente di Poste Italiane che partecipato al TdLAb – le istituzioni e la politica del messaggio dell’innovazione e del turismo: è il settore che più di tutti si è digitalizzato, si è trasformato radicalmente e ancor più succederà nel futuro”.

Tanti gli spunti usciti dai 5 gruppi di lavoro (la guida turistica del III millennio, un nuovo marketing del territorio, strategie e strumenti per gestori 2.0, il ruolo della comunità e gli interventi legislativi): dall’urgenza di una legge che normi il settore alla necessità di infrastrutture e servizi accessibili, dalle best practices da trovare e condividere all’urgenza di avere un ente di promozione turistica nazionale forte con a disposizione fondi sufficienti, dalla valorizzazione delle aree meno frequentate alla valorizzazione del territorio e di chi lo abita. Sarà tutto consegnato ai parlamentari e al ministro Franceschini, che con un messaggio inviato in chiusura ringrazia partecipanti e organizzatori e promette che terrà in gran conto le tante proposte emerse. Il                 mondo del turismo si è confrontato e mosso, ora spera che la politica ascolti.

Commenti

Blogger: Fabio Mina

Avatar

Leggi anche

Mauro Salizzoni

Salizzoni candidato sindaco a Torino con l’appoggio di Chiamparino

Sarà anche solo un’idea ma sembra davvero una gran bella idea. Candidare a sindaco Mauro …

Fare finta

Ci sono tanti modi di parlare di lavoro: come fa il giuslavorista Pietro Ichino che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *