Home / Lettere al direttore / RIVAROLO. Se Bertot si presenta con un assegno da un milione di euro, noi lo invitiamo all’inaugurazione
Bertot Fabrizio
Bertot Fabrizio

RIVAROLO. Se Bertot si presenta con un assegno da un milione di euro, noi lo invitiamo all’inaugurazione

Il consigliere Aldo Raimondo, giustifica il silenzio politico e mediatico che caratterizza da qualche tempo la sua area politica con il fatto che la Giunta Rostagno non ha prodotto granché dal momento dell’insediamento, e per conseguenza non v’è molto da dire… ironizzando sull’ipotesi di inclusione del suo leader carismatico, Bertot, tra gli invitati alla cerimonia di inaugurazione del nuovo polo scolastico, merito, dice, dalla brillante idea dell’ex sindaco e dell’intraprendenza della sua giunta.

Verrebbe da replicare che chi lo ha preceduto in altra epoca ha manifestato ben altra intraprendenza nello stimolare, dai banchi della minoranza, chi amministrava: oggi pare che gli stimoli si siano affievoliti, o che dopo gli ultimi accadimenti le idee siano meno “luminose”, a prescindere dal fatto che la lamentata poca appariscenza dell’azione della Giunta sottenda un grandissimo impegno a porre le pezze ai danni ingenerati dalla precedente amministrazione, più preoccupata di “apparire” che di amministrare.

Pare qui del tutto pleonastico ritornare a formulare l’elenco delle malefatte, ma almeno un paio di esempi occorre richiamarli:

ASA (sia dal punto di vista del debito, incombente come spada di Damocle sulla testa dei cittadini Canavesani, che sotto la prospettiva di un appalto non ben formulato, non chiaramente aggiudicato, sicuramente oggi mal gestito, mal controllato e peggio amministrato, visto che ancora oggi non si è in grado di definire in modo condiviso i costi 2015 per i comuni)

Debiti fuori bilancio: la cronaca dei fatti è nota a tutti, le conseguenze un po’ meno, ma è arduo conciliare l’esigenza di amministrare con immediatezza ed efficacia senza aumentare l’imposizione tributaria e senza tagliare i servizi, a fronte di certe prospettive di penalizzazione

Meglio dunque farebbe il consigliere se continuasse nel percorso di muta contrizione come ha fatto da un paio di mesi, o se provasse almeno, in un auspicabile momento di illuminazione, a porsi in posizione di costruttiva collaborazione, magari avvalendosi della posizione che riveste in seno agli organi decisionali del consorzio che presiede alla raccolta rifiuti, organi che non hanno certo brillato negli ultimi anni per efficacia amministrativa e rispetto delle esigenze dei cittadini e dei Comuni.

Quanto poi al “vedere se la Giunta Rostagno avrà il coraggio di invitare Bertot all’inaugurazione delle nuove scuole”, beh!

Basterebbe che l’inventore del “project financing” si presentasse con un assegno a favore del Comune per un importo, a scelta sua, pari all’ammontare del decreto ingiuntivo “Locat” (più o meno 1.000.000 di €) o di quanto il Comune di Rivarolo ha dovuto sborsare per coprire il “buco” della bella pensata dell’ex sindaco sulle nuove scuole: si è dovuto alienare il patrimonio di terreni della cascina Battagliona, (circa 1.500.000 €)per rimettere in movimento un progetto ormai costosamente avviato ma palesemente fallimentare.

A proposito, l’idea di costruire le scuole con il project financing non è neppure stata di Bertot, che ha proseguito malissimo ed in modo distorto iniziative già impostate da altri, come dimostrano i terreni già acquisiti in permuta (senza oneri economici!…) da una precedente amministrazione. Nessun merito, quindi, ed una evidente dimostrazione di incapacità imprenditoriale che tutti abbiamo e stiamo ancora pagando.

Che si presenti con un indennizzo quindi, l’ex, e solo allora chieda sommessamente di essere ammesso tra il pubblico. Forse allora i Rivarolesi potranno indulgere su fontane mal costruite, rotonde ed attraversamenti pedonali che non funzionano, varianti urbanistiche prive di utilità pubblica e sulle spese legali di cui stanno facendosi carico per tentare di ovviare agli errori passati…

Simona Randaccio

Segretario circolo PD 

Rivarolo Canavese

Commenti

Blogger: Liborio La Mattina

Liborio La Mattina
Nun Te Reggae Più

Leggi anche

CHIVASSO. Cambiamenti climatici e progetto Alcotra

Nei giorni scorsi, si è tenuto a Torino un convegno, organizzato dall’Arpa Piemonte, sulla qualità …

RIVAROLO. Bonome: “Cittadinanze onorarie? Ma sì, dai… diamola pure a Mattarella!”

Cittadinanze onorarie rivarolesi. Prima è toccato a monsignor Luigi Bettazzi, vescovo emerito di Ivrea. Adesso …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *