Home / BLOG / RIVAROLO. Rostagno: “Circonvallazione? Non alziamo bandiera bianca”
Alberto Rostagno

RIVAROLO. Rostagno: “Circonvallazione? Non alziamo bandiera bianca”

Il comitato fa propaganda elettorale, mentre io cerco di fare l’interesse della città”.

Lapidario come poche altre volte Alberto Rostagno, primo cittadino di Rivarolo. Nei giorni scorsi il Comitato Mobilità e Sviluppo Alto Canavese aveva puntato il dito contro di lui sul tema della circonvallazione di cui s’è parlato nella conferenza di co-pianificazione con gli enti sovracomunali convocata per discutere della bozza tecnica di variante generale al Piano Regolatore.

Da nostre fonti ci risulterebbe che il Comune abbia sostanzialmente gettato la spugna, a fronte di una presa di posizione di Città Metropolitana e Regione Piemonte – avevano polemizzato -. Questi ultimi, infatti, avrebbero fatto prevalere le esigenze di minimizzare il consumo del suolo rispetto ad un’opera che l’Amministrazione Rostagno ha irresponsabilmente cancellato dalla bozza preliminare del PRG”.

Dura la replica del sindaco rivarolese. “Il comitato dice cose che non corrispondono alla realtà – risponde alle accuse -. Parlano ma senza essere  presenti alla conferenza di co-pianificazione. Regione e Città Metropolitana hanno detto che stiamo lavorando in modo corretto sul Piano Regolatore. Per quanto riguarda la circonvallazione, hanno semplicemente ribadito quel che avevano già sottolineato nel 2009, quando nel piano territoriale di coordinamento dell’ex provincia avevano stralciato l’opera”.

La motivazione è presto detta. La circonvallazione era stata individuata in una posizione che attualmente attraverserebbe un’area dove non si può costruire per le condizioni ambientali. Proprio per questo Rostagno aveva tolto il viadotto dalla bozza tecnica.

Ma c’è un ma…

Abbiamo chiesto, e ci è stato concesso, un tavolo di lavoro per trovare una soluzione alternativa in un’altra area, perché il problema del traffico cittadino esiste – aggiunge il sindaco -. Non alziamo bandiera bianca, non si siamo arresi e non ci arrenderemo. Troveremo una soluzione per deviare il traffico, ma il tracciato della vecchia circonvallazione non si può realizzare. Quindi cerchiamo alternative, non possiamo fare una cosa che non ci è concesso fare. Sarebbe come costruire una casa in una zona dove il terreno non è edificabile”.

Secondo Rostagno, insomma, il Comitato ha toppato in pieno… “Fa esclusivamente politica – conclude -. Si tratta di ex consiglieri e attuali consiglieri che hanno cominciato la campagna elettorale in anticipo perché vogliono candidarsi alle prossime elezioni”.

Commenti

Blogger: Manuel Giacometto

Manuel Giacometto
La sfumatura

Leggi anche

VALPERGA. Elezioni: Francisca non si ricandida, quattro le liste in corsa

Sono quattro le liste che si sfideranno per contendersi la guida di Valperga alle elezioni …

CASTELLAMONTE. Dionigi Bartoli si candida a sindaco!

E così, dopo l’intervista rilasciata al nostro giornale alla fine del mese di luglio, dopo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *