Home / Eventi / RIVAROLO. Residenze d’artista a casa toesca
Casa toesca
Casa toesca

RIVAROLO. Residenze d’artista a casa toesca

Doppia inaugurazione mercoledì 5 novembre presso Casa Toesca (Rivarolo Canavese), sede dell’Associazione Culturale Areacreativa42.

La giornata si è aperta in mattinata con gli atelier pedagogici per le scuole del territorio, a cui hanno collaborato le artiste in residenza. Nel pomeriggio, dalle 18, l’artista marsigliese Clémentine Casberg ha aperto al pubblico l’installazione in papier peint “Secret de famille – Les angles morts” nello spazio della Limonaia; contemporaneamente, al primo piano, la fotografa catanese Carmen Cardillo ha presentato la sua personale “Alias/self-portraits”, curata da Carmelo Nicosia e Karin Reisovà, e il libro d’artista.

 

Acuta osservatrice, Clémentine ha meditato, nel corso della residenza, sui segni del tempo e i ricordi che ripercorrono la casa, sulla storia e i segreti di chi ci ha abitato. Traendo ispirazione dall’antica carta da parati di una stanza del secondo piano ha realizzato un’installazione in papier peint nello spazio della limonaia. La carta da parati, tratto distintivo della sua produzione, è un materiale umile e fragile, ma forte abbastanza da rivestire uno spazio bianco e freddo di un calore familiare che si fa portavoce di nuovi significati. Tracce discrete, appena suggerite che si caricano di significati universali, senza raccontare una storia troppo precisa. La soffitta, luogo per eccellenza in cui si accumulano le memorie, sembra insinuarsi, come le linee oblique di un sottotetto, sui muri spogli della limonaia. Il “secret de famille” si svela piano piano, sui muri, negli angoli che affiorano come iceberg dal pavimento: non sappiamo quali ricordi si nascondono dietro, sono suggestioni, tracce fatte di carta, la stessa che raccoglie la storia di Casa Toesca.

Nelle stanze del primo piano, invece, il volto di Carmen, fotografa sensibile e generosa, si ripete quasi ossessivamente: sono autoritratti nati quasi per gioco, ma che presto si sono trasformati in vere e proprie “anime fotografiche”. Bozze imperfette dalla forma di cappello da muratore, case allungate, aereoplanini, origami incompiuti: è il suo volto che si piega come un foglio di carta alla ricerca della giusta coincidenza. Altre sono frammenti: è la sua identità che si scompone e ricompone, che prende innumerevoli forme, esistenze, cercando la giusta collocazione. Nei giorni di residenza la fotografa ha documentato con alcuni scatti, che saranno esibiti in primavera, il lavoro della Carsberg.

Un progetto ambizioso, ideato dal Presidente dell’associazione Karin Reisovà e coordinato da Martina Furno giovane storica dell’arte tirocinante presso Areacreativa42, che ha potuto realizzarsi grazie al contributo dell’Assessorato alla Cultura e alle Politiche giovanili della Città di Rivarolo Canavese. L’associazione promuove ormai da alcuni anni il progetto di Residenze d’Artista: l’obiettivo è quello di motivare e sviluppare le capacità professionali e creative di giovani artisti e di promuovere l’arte contemporanea sul territorio, incentivando la collaborazione tra diverse figure, quali storici dell’arte, fotografi, artisti, altre associazioni ed istituzioni al fine di creare un network che diffonda la conoscenza della scena artistica italiana e internazionale in maniera indiretta. Durante le residenze Casa Toesca si trasforma in un crocevia tra culture, luogo di incontro e di formazione per il pubblico, di gioco per i più piccoli, ma anche di scambio di idee per gli studiosi.

L’Associazione è aperta il sabato e la domenica dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 19: la mostra fotografica sarà visitabile fino al 30 novembre, mentre l’installazione fino al 22 marzo 2015 o su appuntamento.

I progetti sono Patrocinati dall’Accademia di Belle arti di Catania, dall’Associazione Acca Atelier di San Salvario a Torino, dallo Chateau de Servieres di Marsiglia.

 

Clémentine Carsberg, nata nel 1981, vive e lavora nel suo atelier a Marsiglia. Si diploma nel 2004 presso l’École superieure des Beaux Arts di Marsiglia e prosegue i suoi studi in “Science de l’Art” presso l’Università di Aix-en-Provence sotto la direzione di Alain Chareyre-Méjan.

Dal 2003 ottiene diverse borse e prende parte a residenze tra Francia e Italia. Partecipa ormai da alcuni anni agli eventi proposti dall’associazione Château de Servières ed espone in Francia e all’estero.

Per le sue installazioni impiega materiali poveri, come la carta da parati, capaci di restituire un ambiente all’insegna della modestia e dell’ironia.

 

Carmen Cardillo è nata a Catania nel 1975. Diplomata nel 1999 presso L’Accademia di Belle Arti di Catania, nel 2003 consegue il diploma di fotografo presso il Cfp Bauer di Milano e nel 2006 si specializza in Arti visive e discipline dello Spettacolo presso l’Accademia di Belle Arti di Brera, Milano. Dal 2008 tiene diversi laboratori di fotografia digitale e linguaggi fotografici, tra cui il corso di “Archiviazione e conservazione della fotografia” presso l’Accademia di Belle Arti di Catania per il biennio specialistico di fotografia. I suoi interessi di ricerca vertono sullo studio dei linguaggi fotografici nelle arti visive.

Le sue opere sono all’interno di collezioni private, della collezione di fotografia europea di Reggio Emilia e Careof // Organization for Contemporary Art, video.it. Dal 1997 ha partecipato a numerose mostre collettive promosse da associazioni culturali, gallerie ed enti pubblici in Italia ed all’estero.

 

________________________________________________________________________________

 

CLÉMENTINE CARSBERG

Secret de famille – Les angles morts

Residenza d’artista

5 novembre 2014 – 22 marzo 2015

 

CARMEN CARDILLO

Alias / Self-portraits

a cura di Carmelo Nicosia e Karin Reisovà

5 – 30 novembre 2014

 

Organizzazione

AREACREATIVA42 ASSOCIAZIONE CULTURALE

Via Ivrea 42, 10086 Rivarolo Canavese (TO)

Tel. 335 1227609

info@areacreativa42.it

www.areacreativa42.com

 

Orari

Inaugurazione mercoledì 5 novembre 2014 h 18-21

Sabato, domenica e festivi h 10-12 e 16-19

altri giorni su appuntamento telefonico

 

Con il contributo del Comune di Rivarolo Canavese

Con il patrocinio di Acca, Château de Servières, Accademia delle Belle Arti di Catania

Commenti

Blogger: Fabio Mina

Avatar

Leggi anche

RIVAROLO. Nozze d’Oro per i Braghiroli. Una festa anche di…solidarietà

Le Nozze D’oro sono sicuramente uno di quei traguardi che più rendono orgogliosi una coppia …

CRESCENTINO. Tre serate di cinema all’aperto la domenica al Parco Tournon

No, non è l’annunciato drive-in: il drive-in è un’altra cosa. Si farà invece anche a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *