Home / In provincia di Torino / RIVAROLO Botti vietati a Capodanno Rostagno accoglie richiesta M5S
Capodanno

RIVAROLO Botti vietati a Capodanno Rostagno accoglie richiesta M5S

Botti vietati a Capodanno. Il Sindaco Alberto Rostagno ha accolto la richiesta presentata la settimana scorsa dal Movimento 5 Stelle e ieri, lunedì 29 dicembre, ha firmato l’apposita ordinanza.

 

Ordinanza

Divieto di utilizzo di petardi, botti e artifici pirotecnici di ogni genere su tutto il territorio comunale

Il Sindaco ordina il divieto di utilizzare petardi, botti o artifici pirotecnici di ogni genere dal 30 dicembre 2014 al 6 gennaio 2015)

ordi-1

ordi2

La richiesta del M5S 

24/12/2014 – CAPODANNO 2014 – NO AI BOTTI – PROTEGGIAMO I NOSTRI AMICI

dicembre 24, 2014 by rivarolocanavese5stelle in RIVAROLO & DINTORNI

 

CAMPAGNA BOTTI copia16_mÈ ora di dire basta ai botti di Capodanno. Vorremmo che l’unico botto di Capodanno fosse quello dello spumante. E invece, a causa dei fuochi d’artificio col botto,muoiono circa 5000 animali ogni anno.

Se per qualcuno rappresentano un’occasione di festa, i botti per i nostri amici animali costituiscono soltanto una pesante fonte di stress e un serio fattore di rischio per la loro vita.Molti uccelli, ad esempio, muoiono perché, terrorizzati dai fuochi d’artificio, fuggono all’impazzata dai loro dormitori andando a sbattere contro i muri o i tralicci dell’alta tensione.

Tra i “sorvegliati speciali” ci sono anche i pet. Chi vive con un animale domestico lo sa bene. In alcuni casi, il terrore causato dalle esplosioni può essere così forte da rivelarsi fatale. C’è poi da considerare che ogni anno la notte di San Silvestro, centinaia di cani e gatti scappano dalle loro case per paura dei botti.

Tanti di loro spariscono nel nulla perché finiscono investiti da una macchina o perché non riescono a tornare dalla propria famiglia; altri invece – i più fortunati – vengono portati in canile. E se non sono microchippati, per i proprietari può essere molto difficile riuscire a ritrovare i loro pet.

Fortunatamente, come ricordano le associazioni animaliste, i Comuni del nostro Paese stanno dimostrando una crescente sensibilità verso tale problema. Al punto che alcune amministrazioni comunali hanno emanato provvedimenti restrittivi o di divieto.

 

Pubblichiamo pertanto il testo della lettera aperta inviata dal ns. gruppo al Sindaco Dott. Alberto ROSTAGNO in occasione dei festeggiamenti del Capodanno.

Egregio Sindaco,
con la presente sono a porLe la problematica riportata in oggetto.

Ogni anno in occasione del Capodanno viene fatto un uso massiccio e sconsiderato di botti e fuochi artificiali di varia qualità.
Questi, oltre ad essere pericolosi per le persone, in particolar modo per i bambini che ogni anno sono vittime di botti insespolsi o di lesioni alle mani e ustioni, creano dei seri disturbi agli animali domestici, in alcuni casi portando addirittura alla morte di questi ultimi.

Diverse associazioni che operano in difesa degli animali evidenziano annualmente questa problematica nell’avvicinarsi al periodo della Fine dell’Anno.

Aderendo personalmente agli appelli di queste associazioni animaliste e credendo che il tema oggetto della presente sia da non sottovalutare, ma da affrontare, Le chiedo di impegnarsi nella maniera da Lei ritenuta più opportuna (per esempio un’ordinanza sindacale di divieto di utilizzo dei botti e dei fuochi d’artificio di Capodanno) nella direzione sopra tracciata, in tutela, quindi, degli animali domestici.

Vista la prossimità delle Festività del Santo Natale e del Capodanno, Le chiederei una risposta in tempi brevi, sperando che essa sia positiva, affinché l’Amministrazione Comunale possa intervenire con i dovuti atti e nei giusti tempi, organizzandosi soprattutto dal punto di vista della prevenzione, del controllo e della sicurezza.

Sicuro di una Sua risposta, La ringrazio anticipatamente e colgo l’occasione per porgerLe cordiali saluti.

Rivarolo Canavese, lì 18 Dicembre 2014

Gruppo consiliare Movimento 5 Stelle
Il Consigliere
CHIAPETTO Alessandro”

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

NOLE. L Nóst Pais, da 25 anni per la tradizione

Da 25 anni l’Associazione ‘L Nóst Pais lavora sul territorio nolese cercando di mantenerne le …

SAN MAURIZIO. Materiali inquinanti nel terreno del depuratore? Biavati è tranquillo…

Ci sono dei materiali inquinanti nel terreno che il depuratore di Ceretta dovrà attraversare una …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *