Home / Attualità / RAVENNA. Colpo’ da 100mila euro in gioielleria, un arresto della Ps
Arresto
arresto

RAVENNA. Colpo’ da 100mila euro in gioielleria, un arresto della Ps

La notte del primo ottobre di due anni fa in quattro, tutti incappucciati e armati di martelli e piedi di porco, dopo aver forzato la saracinesca erano riusciti a rubare circa 100 mila euro di oggetti preziosi dalla gioielleria ‘Donati’ di Faenza, nel Ravennate. La Polizia è ora convinta di avere individuato un componente del quartetto: si tratta di un 35enne serbo domiciliato a Tivoli (Roma), al quale è stato notificato un ordine di custodia cautelare in carcere emesso dal Gip di Ravenna Antonella Guidomei, su richiesta del Pm Cristina D’Aniello. L’uomo era già detenuto a Verona in ragione di analoghi provvedimenti chiesti, oltre che dalla Procura della città veneta, anche da quelle di Bergamo e Cuneo.
Determinanti, per la squadra Mobile ravennate, le immagini delle telecamere di sorveglianza della zona, da cui gli inquirenti non solo sono riusciti a individuare l’auto, con targa rubata e utilizzata per fuggire dopo il ‘colpo’ (un’Audi A4 station wagon), ma anche quella che la banda aveva usato come staffetta (una Ford Focus). Quest’ultima vettura, qualche giorno dopo, era stata intercettata anche in occasione di un furto in Piemonte. L’individuazione di alcuni cellulari e lo scambio di informazioni tra i poliziotti piemontesi e i colleghi romagnoli ha fatto il resto. Secondo gli inquirenti, i quattro malviventi potrebbero fare parte di un’unica banda di nomadi, con ampia mobilità su tutto il territorio nazionale

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

MONTANARO. Niente patronale, Pro Loco: “Non siamo pusillanimi!”

Agosto amaro, quest’anno a Montanaro. Poca gente può permettersi di andare in ferie e, per …

Nicola Scarlatelli

Indagine Cna: fatturati a picco Ma solo l’8,5% vuole chiudere

CNA Torino presenta l’Indagine economica sulla piccola impresa realizzata dal proprio Ufficio Studi e relativa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *