Home / Dai Comuni / QUASSOLO. BOCCIATA LA PROPOSTA DELLA MINORANZA DI ABBASSARE L’IRPEF
Al centro il consigliere comunale di Quassolo Maria Grazia Rizzato

QUASSOLO. BOCCIATA LA PROPOSTA DELLA MINORANZA DI ABBASSARE L’IRPEF

La minoranza consiliare quassolese chiede di abbassare l’aliquota Irpef. Perlomeno a fronte delle recenti maggiori entrate che hanno permesso di rimpunguare il bilancio comunale. La proposta di Andrea Perfetti e Antonietta Izzo, però, è caduta immediatamente nel vuoto.

Impossibile fare una cosa del genere – ha risposto l’Assessore al Bilancio Cinzia Gianotto -. Abbiamo le risorse contate e le maggiori entrate devono coprire quei capitoli che al luglio 2014 sono rimasti scoperti. Un esempio su tutti: il capitolo relativo a forniture e servizi riguarda luce e gas, sono bollette che arrivano, a luglio era esaurito e non sapevamo come riempierlo“.

La variazione di bilancio, approvata dal Consiglio Comunale riunitosi lunedì 29 settembre, comprende, precisamente, maggiori entrate derivanti da: accertamenti Ici degli anni passati per 6500 euro, extragettito derivante dalla ridefinizione dei canoni rivieraschi a cura dell’Agenzia del Demanio per 1500 euro, permessi per concessioni edilizie per 9mila euro. Di questi ultimi, 5mila euro sono destinati, in uscita, per manutenzioni di fabbricati e 5mila euro per manutenzioni stradali.

Una piccola variazione ha riguardato anche, per le maggiori spese, le indennità percepite da Sindaco ed Assessori (in quanto bisognava inserire il trattamento di fine mandato dello scorso giugno), mentre sul lato del risparmio ha riguardato i gettoni di presenza dei consiglieri comunali, per 3mila euro, in quanto l’attuale minoranza ha deciso di rinunciare. Infine c’è un contributo regionale per la messa in sicurezza della parte nord del paese per 25mila euro, che serviranno per interventi sulla parete rocciosa in modo da prevenire la caduta massi. Il bilancio pareggia sui 541.250 euro.

Quassolo Consiglio comunale, segretaria, Gianotto Cinzia, Rizzato Maria Grazia e Perfetti AndreaPERFETTI: “CONTO OK SOTTO PROFILO RAGIONIERISTICO MA IL CARICO E’ DI 30MILA EURO SUI CITTADINI DI QUASSOLO”

GIANOTTO: “NON CI SONO ALTERNATIVE”

I conti tornano da un punto di vista ragionieristico – ha premesso Andrea Perfettima la nostra funzione è anche politica: siamo in un periodo di crisi, in deflazione, non si riesce ad arrivare a fine mese, è un anno critico anche per le imposte. E’ già stata aumentata l’Irpef, prevedendo un maggiore gettito di 25mila euro (siamo passati da 8mila a 33mila euro), vien fuori un cento euro a testa per ogni cittadino. Lo stesso vale per la Tasi. In totale abbiamo un aumento di circa 30mila euro sulle spalle dei quassolesi. Fortunatamente entrano dei fondi, per esempio dalle centrali idroelettriche. Ma sulle uscite si può ragionare. Alcune voci sono dei parcheggi. Vale il ragionamento: ho due soldi in più, li piazzo lì e quando mi servono li uso. E’ una politica accorta, ma non sarebbe meglio prendere un pezzetto ed aiutare i cittadini?“.

“Noi non parcheggiamo lì quei soldi – la risposta dell’Assessore Gianotto -. Purtroppo ci siamo trovati a luglio a dover fare un bilancio senza risorse e con l’obbligo del pareggio. Ricevere delle proposte da voi ben venga, siamo tutti di Quassolo e conosciamo la realtà. Piacerebbe anche a noi pagare meno tasse ma purtroppo non ci sono alternative“.

Perfetti ha espresso anche una seria preoccupazione: “Ma mi chiedo: quando non potremo più contare su accertamenti degli anni precedenti, come faremo?“. Basta pensare, a proposito di Irpef, che le aliquote sono aumentate in modo vertiginoso, pur secondo un cirterio di progressività: le fasce sono quelle dello 0.65, 0.75, 0.78, 0.79, 0.80, a seconda della fascia di reddito.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Una navetta sostituisce la ferrovia Torino-Ceres da Venaria

Dal 25 agosto la linea treno Sfma, l’ex Torino-Ceres, si ferma a Venaria; per il …

SETTIMO TORINESE. Brovarone & friends, ieri e oggi

L’amicizia vera, quella di lunga data, che resiste al tempo esiste davvero… Ivano Brovarone, nato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *