Home / Home / Prima di Maurizio Cattelan c’è Lorenzo Bernardi

Prima di Maurizio Cattelan c’è Lorenzo Bernardi

Prima di Maurizio Cattelan c’è Lorenzo Bernardi.

Lorenzo è un bambino di 9 anni che frequenta la 4° elementare alla scuola primaria Rodari di Settimo e ha presentato alla XIX Mostra Collettiva di Arti Visive e Creative alla biblioteca civica Villa Amoretti di Torino il suo ultimo disegno intitolato “The Banana Show”. L’opera di Lorenzo ha avuto un enorme successo, anche perché è stato il più giovane artista in concorso, tanto da essere utilizzata come immagine della locandina personalizzata dell’evento stesso.

Il bellissimo disegno di Lorenzo, tempera su tela, ha anticipato di qualche giorno l’istallazione del famoso artista padovano Maurizio Cattelan e rappresenta delle banane umanizzate che sul palcoscenico intrattengono altre banane spettatrici. Una raffigurazione realistica quanto futurista che rivela una capacità pittorica fuori dal comune.

“Lorenzo disegna da sempre- ha detto la mamma Daniela Loriga -e già a due anni dava forme precise ai suoi pensieri. Ma l’aspetto particolare e innovativo dei suoi lavori è sempre stato che non comincia dall’inizio come fanno quasi tutti i bambini, ma dalla fine”.

Lorenzo, infatti, con un tratto unico riesce a disegnare un’intera automobile senza mai staccare la penna dal foglio partendo dalle ruote e non dalla carrozzeria come di solito fanno gli altri bambini. Un talento innato che, grazie ai genitori, Daniela e Davide, non è mai stato ostacolato, ma anzi incoraggiato con impegno e tenacia.

Lorenzo disegna e lo fa molto bene a detta anche di Claudio Rabino, pittore piemontese e suo insegnate di fumetto. 

Una passione che continua e che continuerà. Il disegno libero è il mondo di Lorenzo che lo ha portato a vincere all’età di cinque anni il Premio Fantasia ad un concorso “La Giornata sull’Igiene delle Mani” indetto dagli ospedali Sant’Anna e Regina Margherita di Torino, quando la mamma era in reparto per la nascita di Martino,  suo fratello.

“Per Lorenzo il disegno è fondamentale- ha concluso Daniela – e a lui serve anche per ricordarsi le cose che accadono. A volte disegna proprio per imprimere nella memoria gli avvenimenti che capitano: è un modo per registrare, ricordare e comunicare”.

Il quadro di Lorenzo “The Banana Show” sarà esposto fino al 17 gennaio al Parco Rignon in corso Orbassano 200 a Torino. Per maggiori informazioni visitare il sito www.articreative.org

Commenti

Blogger: Marco G. Dibenedetto

Marco G. Dibenedetto
DIBENEINSETTIMO

Leggi anche

Salvini sulla questione primari per scegliere il candidato sindaco del centrodestra a Milano "Se ci sono nomi eccellenti si risparmia tempo e denaro".

MILANO. Salvini, candidato di livello senza tessere partito

Salvini interviene sulla questione primarie. Le primarie per scegliere il candidato sindaco del centrodestra a …

Lanzo – Maratona letteraria: quattro autori presentano tre libri, sabato 15 febbraio

Parte sabato 15 febbraio con la nuova formula della “Maratona letteraria” il ciclo 2020 degli …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *