Home / Torino e Provincia / Castellamonte / Preoccupazione tra i lavoratori della Wolframcab
Castellamonte
Castellamonte

Preoccupazione tra i lavoratori della Wolframcab

Preoccupazione tra i dipendente della Wolframcab. Da sei mesi 25 lavoratori non percepiscono lo stipendio. Gli arretrati si sono accumulati. Senza grandi speranze di poter ottenere i soldi dovuti. L’azienda, infatti, ha riferito di aver disposto per tutti la cassa integrazione a zero ore perchè ha problemi di liquidità impegnandosi a regolarizzare la situazione appena possibile, ovvero una volta ottenuti alcuni pagamenti di cui sarebbe in attesa legati alla Tav. Nel frattempo, tuttavia, un’altra azienda, la Wrt con sede ad Issogne (ma il cui amministratore delegato risulta sempre Claudio Maddio, lo stesso della Wolfrancab) ha assorbito assorbito l’azienda e con lei gli altri 25 dipendenti. Se per una metà, quindi, si aprono certezze per il futuro, per gli altri invece si profilano grandi difficoltà. La cassa integrazione scadrà ad aprile. Per la maggior parte si tratta di padri di famiglia, di mezza età. Come tantissimi altri lavoratori di altre aziende, per loro il Natale non ha portato alcuna serenità.

Sono anni – commenta Lino Malerba della FiomCgil – che l’azienda utilizza la cassa integrazione. Ma negli ultimi mesi dell’anno la situazione è peggiorata decisamente. Le persone in cassa hanno cominciato ad essere sempre di più. Al rientro dalle ferie i lavoratori hanno trovato la procedura d’affitto alla Wrt. In buona sostanza lo stesso proprietario ha affittato a se stesso l’azienda ma lasciando per strada la metà delle persone che non prendono un euro da mesi. L’azienda sostiene che stia cercando di salvare il salvabile. Noi riteniamo invece che debbano essere garantiti a tutti i lavoratori gli stessi diritti“.

Il sindacato ha impugnato l’affitto del ramp d’azienda ma non ci sono prospettive. “Il che – aggiunge Malerba – è un peccato perchè se fosse gestita in altra maniera quest’azienda potrebbe ancora dare lavoro e benessere al Canavese. Purtroppo è gestita invece in modo incomprensibile dal punto di vista industriale e dannoso per i lavoratori. E spero che la Guardia di Finanza faccia un salto a vedere cosa stanno combinando questi signori“.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

LANZO. Da lunedì l’hotspot per i tamponi si sposta all’Area Polisportivo

Sabato 31 ottobre il Punto di accesso diretto (senza prenotazione) di Lanzo dedicato all’esecuzione di …

118 ambulanza

SAN MAURO. Schiacciato da un macchinario, muore operaio di 47 anni

Un operaio italiano di 47 anni è morto in un incidente sul lavoro che si …

Un commento

  1. Avatar
    Roberto Geninatti

    Grazie Annalisa, hai scritto la VERITA’, speriamo che altri seguano il tuo esempio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *