Home / Dai Comuni / PIVERONE. Sempre più fitto il mistero di Ezia Landorno
Ezia Landorno
Ezia Landorno

PIVERONE. Sempre più fitto il mistero di Ezia Landorno

Si infittisce sempre di più il giallo legato alla scomparsa di Ezia Landorno, la 71enne, che dalla mattina di venerdì 20 novembre sembra essere sparita nel nulla. Giorno e notte diverse squadre di vigili del fuoco insieme alle unità cinofile coordinate dai carabinieri della Compagnia di Ivrea hanno battuto la Serra e il vicino Lago di Viverone, senza trovarla. Da giovedì le ricerche sono state sospese. Del caso di Ezia Landorno si è interessata anche la trasmissione televisiva “Chi l’ha visto?” con un servizio andato in onda nella puntata di mercoledì scorso. Ezia Landorno, al momento dell’allontanamento, indossava un cappotto marrone, con un foulard verde al collo, un paio di pantaloni di colore scuro, scarpe in panno grigio e una borsa marrone con inserti arancioni. È stata vista per l’ultima volta in piazza Luca, dopo aver fatto la spesa, prima al minimarket, poi all’edicola, dove ha acquistato il giornale. Che fine abbia fatto e dove sia finita nessuno è riuscito a saperlo. Quella mattina era andata nella piazza a bordo dell’auto del fratello Claudio. Erano partiti alle 8 da casa, in Strada per Magnano 36. Poi il fratello era rientrato a casa per pranzo e solo nel pomeriggio ha presentato la denuncia ai carabinieri della stazione di Azeglio. Per i familiari ci sarebbe anche il sospetto che possa essere stata raggirata. Qualcuno può averla convinta a salire in auto, magari per rapinarla. Gli investigatori vogliono anche capire il prelievo effettuato dalla donna, il giorno prima di sparire, circa 500 euro ritrovati quasi tutti in casa. Piverone sta rivivendo un incubo. Come quello del febbraio 2008, quando all’interno di un pozzo di un cascinale, fu trovato il cadavere in avanzato stato di decomposizione di un uomo. Era il corpo di Renzo Perazzone, 62 anni, misteriosamente scomparso da casa nel maggio del 2007. Due storie che all’apparenza potrebbero essere simili. Ma tutti si augurano che questa abbia un esito diverso. E non tragico.

Commenti

Blogger: Andrea Bucci

Andrea Bucci
Minuto per minuto

Leggi anche

25 aprile 2020

IVREA. Ecco come festeggeremo il 25 aprile

Cari amici, è confermato che tutte le iniziative che si svolgevano nel mese di aprile …

CHIVASSO. “Come fotografare il tuo bambino con il cellulare”: i preziosi consigli dei fotografi di “Vanilla Images”

Lunghe giornate a casa in questo periodo, paura, incertezza e ansia. Per tutti, chi più …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *