Home / Dai Comuni / PAVONE. Pugno duro verso chi trasgredisce il codice della strada

PAVONE. Pugno duro verso chi trasgredisce il codice della strada

Pugno duro contro chi trasgredisce il codice della strada. Fin dal suo insediamento, la nuova Amministrazione Comunale ha manifestato l’intenzione di impiegare il più possibile sul territorio i propri vigili, per garantire il più possibile la sicurezza dei cittadini, sia per quanto riguarda furti e truffe, ma anche con un occhio puntato sulla viabilità. 

Nemmeno le Ferie Medievali sono state esenti da rigide sanzioni. “Nell’ambito di questa edizione, in collaborazione con la Protezione Civile – spiega il Sindaco Alessandro Perenchio – abbiamo predisposto degli spazi dedicati al parcheggio, in modo da evitare di trovarci veicoli in sosta ovunque”. Il Comune ha messo a disposizione il piazzale del cimitero, al costo di 2 euro. “Ma chi voleva sostare gratis – precisa il primo cittadino – poteva utilizzare il parcheggio del Bennet, attraverso un accordo con il supermercato”. I controlli non hanno risparmiato coloro che hanno piazzato la vettura sulle strisce pedonali piuttosto che sui marciapiedi. Nessuno ha reclamato. Intanto proseguono periodicamente i posti di blocco. Basta pensare che nel giro di tre mesi, da gennaio a marzo scorso, la Polizia Municipale ha firmato sanzioni per ben ventimila euro. Soprattutto per infrazioni come eccesso di velocità, mancato allacciamento delle cinture di sicurezza, ma soprattutto circolazione di mezzi sottoposti a fermo fiscale, a cui sono attribuite le sanzioni più salate. Dalla settimana scorsa è tornata in servizio anche Fabrizia Brunetto, che era impiegata presso il Giudice di Pace (il Comune aveva presentato richiesta di rientro), che ritorna ad affiancare Davide Zanotti.

“L’attività di vigilanza sta funzionando molto bene – sottolinea Zanotti –, in collaborazione con il vigile associato di Loranzè, l’Ispettore Mario Perino, e l’Ispettore Capo Cappuccio di Ivrea, anche per monitorare le zone di confine, soprattutto strade su cui vigono limitazioni particolari, traffico dei mezzi pesanti, quindi sia strade principali che periferiche. Cosa che ci permette anche di tenere un po’ più sotto controllo il paese, dal punto di vista della pubblica sicurezza, vigilando sugli accessi in determinate ore, al mattino presto o la sera”.  

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

RUEGLIO. Tutti positivi al Covid nella Rsa, scatta il piano d’emergenza

Sono tutti positivi al Covid i 25 ospiti della casa di riposo ‘Pia Opera Glaudo’ …

PONT. Scuola: parla il gruppo di maggioranza

Dopo la mancata concessione del finanziamento regionale per la ristrutturazione dell’attuale scuola media di Pont …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *