Home / Dai Comuni / PAVONE. Bilancio e zanzare: è scontro in consiglio

PAVONE. Bilancio e zanzare: è scontro in consiglio

È scontro in consiglio comunale su bilancio e zanzare. Le minoranze, dopo il consiglio comunale, hanno immediatamente puntato il dito contro l’amministrazione, colpevole di essere stata troppo “approssimativa” in alcuni passaggi. “Con il Consiglio Comunale – spiega Walter Catozzi di Insieme per Pavone – di questa sera abbiamo veramente toccato il fondo: un Assessore al Bilancio che legge quello che le preparano ma ammutolisce di fronte alle richieste di dettagli che le vengono poste dalla minoranza, un Sindaco che non ha i dati di una variazione di bilancio da circa 40 mila euro ma si rende disponibile ad “approfondire in seguito” dichiarandosi certo che “da qualche parte i soldi ci sono”, una Presidentessa del consiglio che minaccia i “bimbi che usano il cellulare” e i consiglieri di maggioranza che non sanno nemmeno perché sono lì e di cosa si stia parlando”.

Dura anche la capogruppo di Fare in Comune, Chiara Bartolini.

“In una calda sera di luglio – attacca – cala il gelo sul Consiglio Comunale! Nè l’assessore al Bilancio, ne’ il Sindaco, né la giunta conoscono la destinazione dei 42 mila euro stanziati dallo Stato per il funzionamento del Comune a seguito dell’emergenza Covid”. Ma non è tutto: il capogruppo di Insieme per Pavone, Walter Catozzi, mette al centro del dibattito anche le zanzare.

“Il Sindaco, – prosegue Catozzi – ha deciso che in tutti questi anni non è servita la campagna antizanzare: le hanno contate (sperando che il metodo non sia stato lo stesso per censire i cani randagi recuperati dal canile, 3 per il Sindaco, 23 per i Volontari) e stabilito che non sono abbastanza per giustificare i soldi spesi e mandando, così, all’aria decine di anni di campagna antizanzare! Se, a seguire, lo stesso Sindaco aggiunge che, intanto, le zanzare arrivano da Romano (quando anche i bimbi sanno che le zanzare fanno poche decine di metri al massimo dal loro “nido”), dimostra di conoscere approfonditamente l’argomento!

Le zanzare ringraziano e quest’anno festeggiano le scelte dei nostri lungimiranti amministratori! La conclusione è che Pavone si sta sempre più isolando dal resto del Canavese…nel tempo del biologico e interrompendo la pluriennale lotta antizanzare basata su questo principio, Pavone passa ai pesticidi”.

Commenti

Blogger: Mattia Aimola

Mattia Aimola
Senza peli sulla penna

Leggi anche

scuole covid

RIVAROLO. Un flashmob di protesta contro la chiusura delle scuole

Flashmob di protesta, domani mattina dalle 8.15, davanti alla scuola elementare “Gibellini Vallauri” di Rivarolo …

CHIVASSO. Angela: “La mascherina? Per molti… ma non per tutti”

La mascherina per molti è un dispositivo indispensabile per proteggerci dal Coronavirus, per altri no …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *