Home / Dai Comuni / Parisio: “ecco perchè non ho firmato il documento di Settimo”
Il Vicesindaco Agostino Blanc ed il Sindaco Elena Parisio

Parisio: “ecco perchè non ho firmato il documento di Settimo”

“Si continuava a chiedere, anche attraverso i giornali, perchè Quassolo non avesse aderito al Piano Strategico per lo Sviluppo e la Valorizzazione dei territori sottoscritto dai Comuni vicini (Carema, Quincinetto, Tavagnasco, Settimo Vittone, Andrate, Nomaglio, Montalto Dora, Chiaverano, Vico e Brosso) in cui si diceva che la libera iniziativa di una società non poteva anteporsi al bene pubblico. E’ vero, non ho firmato quel documento e me ne assumo la responsabilità. Ma spiego anche le mie ragioni”. Così Elena Parisio ha voluto affrontare le critiche arrivate in queste settimane per la lampante assenza di Quassolo nella protesta contro il pirogassificatore. “Quel documento – ha chiarito Parisio – è arrivato il venerdì mattina chiedendo una risposta entro mezzogiorno. Ma condividere significa parlarne mentre il Sindaco di Settimo Vittone ha mandato un atto già pronto. Io firmerò qualore venga coinvolto Quassolo”.

Parisio ha criticato fortemente l’atteggiamento della collega settimese Sabrina Noro. “Non voglio fare polemica – ha premesso – ma non si può parlare della ricerca di soluzioni senza chiamare al tavolo il diretto interessato che ha competenza su quell’area, che dovrà firmare gli atti, modificare il Piano Regolatore e le norme di attuazione e gestire il territorio. Dovevano essere coinvolti tutti, anche l’amministrazione di Borgofranco, tagliarla fuori non mi sembra un comportamento corretto. Che esistesse quel progetto non era un segreto per nessuno ma adesso sembrano diventati tutti paladini della salute di Borgofranco e Quassolo”.

Anche per questo Parisio ha proposto una delibera ben diversa da quella settimese. “Aldilà di tutti gli orpelli – ha aggiunto – credo che quello che conta sia chiedere uno sviluppo diverso, incentivare attività basate sull’innovazione che possano creare posti di lavoroe, ne abbiamo tanto bisogno”. Il Sindaco non ha lesinato alcune polemiche con la Provincia che “ha fatto orecchie da mercante” per via delle bonifiche rimaste zoppe, specie sulla discarica ex Alcan sul proprio Comune, e per quei controlli di dubbia utilità ricordando che quando avvenivano il vecchio impianto Alcan/Novelis era guarda caso sempre in manutenzione e lo stesso vicesindaco Blanc nell’ultimo incontro in Provincia ha sollevato le perplessità del metodo di “controllo avvisando il controllato”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

RIVARA. “Data Officine” promuove la rassegna “Cinema d’Impresa all’aperto”

Data Officine, storica azienda familiare di Rivara attiva nel Canavese sin dagli inizi del Novecento, …

Il sindaco di Saluggia, Firmino Barberis

SALUGGIA. Solo chiacchiere e distintivo (e tanti soldi)

Facciamola tutta, allora, la storia. Firmino Barberis al Comune di Saluggia è stato – nell’ultimo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *