Home / Dai Comuni / PARELLA. L’idea del sindaco: coloriamo la pensilina

PARELLA. L’idea del sindaco: coloriamo la pensilina

Prendi una zona del paese un po’ da rimettere a posto. Mettici dei bambini con dei colori in mano. Aggiungici poi un sindaco che di professione fa l’insegnante.

Il risultato? Una fermata dell’autobus coloratissima e abbellita con pannelli adesivi,  le cosiddette vetrofanie.

Si trova proprio di fronte alla scuola ed agli uffici comunali. E’ quella solitamente utilizzata dagli studenti per andare a scuola.

A realizzarla, gli studenti dell’istituto Is Olivetti durante un corso di grafica.

L’idea è venuta in mente al primo cittadino Marco Bollettino, insengante di matematica.

Quando andavo a scuola per fare lezione – racconta il sindaco – vedevo sempre questi pannelli colorati”.

Li avevano realizzato degli studdenti del corso di grafica per un progetto legato proprio all’abbellimento delle fermate dell’autobus. Ho pensato che sarebbe stato bello poterli utlizzare davvero”.

Magari per decorare la pensilina situata fuori dal portone.

Quindi, la decisione di coinvolgere la scuola ed il Comune.

Mi sono rivolto al mio collega di grafica responsabile del corso, Antonio Frassà. Insieme abbiamo pensato di dare vita al progetto. Sono stati scelti i pannelli e li abbiamo fatti colorare dai ragazzi”.

Gli adesivi sono stati appiccicati alle pareti della fermata e sono state anche tinteggiate le parti metalliche della struttura.

Sulla parete, in basso, compaiono anche i nomi dei ragazzini che si sono occupati dei lavori”.

Si tratta di Amin Kharmoud, Silvia Ravetto, Mirko Fenoglio, Cinthia Ivana Aguirre, Emanuele Ciprì ed Elisa Franchino.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

SETTIMO. Scontro sul “buco” da 34 mila euro della Fondazione Solidale

È polemica sulla Fondazione Comunità Solidale. Il campo di battaglia è la commissione andata in scena …

RIVAROLO. Vandalizzato il nuovo treno Pop, Fava: “Divertimento da imbecilli”

Non bastavano le difficoltà del cambio di gestione di una linea da sempre con gravissimi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *