Home / Dai Comuni / PARELLA. E’ ufficiale: al via i matrimoni dentro il castello

PARELLA. E’ ufficiale: al via i matrimoni dentro il castello

È arrivata qualche giorno fa la firma ufficiale, il comune avrà una piccola sede distaccata dell’ufficio di stato civile presso il castello di Parella dove sarà quindi possibile sposarsi. Questo quanto deciso dall’amministrazione guidata dal primo cittadino Marco Bolletino in una delibera ad hoc. Un piccolo comune che, però, vanta numerosi monumenti di carattere storico, primo tra tutti il Castello di Parella, inserito nel circuito dei castelli canavesani.

Qui ci sono location molto importanti – aveva spiegato il sindaco – e piuttosto che fare i matrimoni esclusivamente nella saletta comunale abbiamo pensato che potesse essere utile allargare le possibilità, sia per i residenti che per le persone che vengono da fuori città per sposarsi qui. I luoghi che vorranno entrare a far parte delle location dove potranno celebrarsi i matrimoni dovranno formare una convenzione con il comune e da lì in poi si potrà partire. Abbiamo già alcune richieste e con un’altra delibera che dovrebbe essere redatta a breve andremo a definire tutti i luoghi dove gli sposi potranno dirsi si”

La durata del contratto è di tre anni a partire dal giorno della stipula e si intende tacitamente rinnovato alla scadenza del triennio per un altro triennio, salvo contraria manifestazione di volontà da parte di uno dei firmatari. L’effettivo comodato d’uso si attiverà di volta in volta per i giorni e orari necessari all’espletamento delle attività relative alla celebrazione dei matrimoni civili e alla costituzione di unioni civili. Il Comune dovrà chiedere l’attivazione del comodato d’uso con un preavviso di, almeno, dieci giorni. Il progetto dell’amministrazione, prevede infatti anche una sorta di prezzario per quei cittadini intenzionati a sposarsi in quel di Parella, per esempio nel Castello della città che dovrebbe essere una delle location che firmerà la convenzione con il comune.

Ebbene, per quanto riguarda i costi, i matrimoni dei residenti celebrati in giorno feriale saranno gratis. Per i non residenti, invece, il costo sarà di 200 euro. Costi che aumentano, anche per i residenti, nei giorni festivi: 200 euro per i cittadini di Parella e 400 per i “forestieri” che scelgono la città canavesana per uno dei giorno più belli della proprio vita.

Commenti

Blogger: Mattia Aimola

Mattia Aimola
Senza peli sulla penna

Leggi anche

SAN MARTINO. Carabinieri in Comune per allontanare la consigliera Zilli

Carabinieri. Ambulanza. Mezzo paese affacciato all’uscio del Comune mentre dentro scoppiava una bagarre che così …

IVREA. Lettera aperta a Gillardi. C’era una volta lo “Speciale Mugnaia”

Egregio presidente dello storico carnevale di Ivrea Piero Gillardi e pc Sindaco di Ivrea Sentinella …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *