Home / Calcio Italia / PALERMO. Iachini “concentrati, niente cali tensione”
Beppe Iachini

PALERMO. Iachini “concentrati, niente cali tensione”

“Non credo che c’è stato o ci sarà un calo di prestazioni da parte nostra per quando raggiungeremo la salvezza. Rimaniamo concentrati. Ho ragazzi molto professionali che, sono sicuro, daranno tutto fino all’ultimo minuto”. Così Beppe Iachini commenta gli ultimi due pareggi, in vista della partita di domani contro la Juve. Qualche calo di concentrazione all’interno dello spogliatoio ci potrebbe però essere per la situazione di Barreto, che domani non sarà capitano, e per la mancata convocazione di Dybala in nazionale.
Iachini cerca di smorzare ogni tensione. “Sulla fascia di capitano non dobbiamo farne una questione di stato – dice – Barreto ha sempre dimostrato grande attaccamento e professionalità, continuerà a farlo finché indosserà questa maglia. Guai però a pensare il passaggio di consegne con Sorrentino possa essere qualcosa di punitivo nei confronti di un ragazzo che mostra serietà ogni giorno. Lo stesso vale per Dybala che ho visto molto concentrato. Ha capito che non deve dare importanza a quello che succede fuori dal campo”. “Loro hanno una rosa molto importante – ha aggiunto il tecnico rosanero – e se esce un giocatore ne trovano altri di qualità ed esperienza. Vanno sempre in campo per vincere e sarà difficile per il Palermo. Noi cercheremo di onorare al meglio la partita davanti ai nostri tifosi, solo così possiamo pensare di potercela giocare. Partite come queste si preparano da sole, a livello motivazionale e di entusiasmo. E’ un match facile da preparare perché l’avversario è di grande blasone”, ha concluso Iachini. 

Commenti

Blogger: Fabio Mina

Avatar

Leggi anche

CALCIO. La Nazionale Italiana compie 110 anni

Compie oggi 110 anni, ma non li dimostra. E’ la Nazionale italiana di calcio che, …

Cairo: "Andare oltre il 30 giugno rischia di essere un problema"

Calcio. Cairo: “Andare oltre il 30 giugno rischia di essere un problema”

“Giusto salvare coppe e campionati, però andare oltre il 30 giugno rischia di essere un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *