Home / Calcio Italia / NUOTO. Paltrinieri e staffetta sl donne, è grande Italia
Gregorio Paltrinieri

NUOTO. Paltrinieri e staffetta sl donne, è grande Italia

Gregorio Paltrinieri oro con record del mondo nei 1.500 stile libero e la staffetta femminile guidata da Federica Pellegrini sul gradino più alto del podio dei 4X50 sl. E’ grande Italia agli Europei di nuoto in vasca corta a Netanya in Israele dove glia azzurri conquistano anche una medaglia d’argento con di Marco Orsi nella finale di 50 metri stile libero. A dare il la’ alla giornata trionfale dell’Italnuoto e’ il maratoneta dell’acqua capace di trasformarsi in una specie di di tornado per spazzare via le corsie della National Olympic Swimming Pool di Netanya sede dei 18esimi campionati europei. Il campione del mondo in vasca lunga a Kazan 2015 e vasca corta a Doha 2014, scrive l’ennesima impresa della sua luminosa carriera e vince i 1500 stile libero col record mondiale: 14’08″06 (7’02″83 il passaggio ai 750) che cancella quel 14’10″10 dell’australiano Grant Hackett del 7 agosto del 2001, ultimo record rimasto in piedi anche dopo l’attacco dei gommati. Un cavalcata imperiale fatta a colpi di bracciate che producevano una media di 56″8 ogni 100 metri. Il busto fuori dall’acqua a fendere le onde della piscina israeliana tutta in piedi ad applaudire il supercampione di Carpi, che precede sul podio l’amico di stanza al Centro Federale di Ostia, Gabriele Detti, splendido argento col prima personale in 14’18″00 (prec.

14’29″94 del 2014). “Non so che dire, solo che non me l’aspettavo – racconta a caldo il campione europeo in corta, tornato sul podio più alto da Chartes 2012 – Ho iniziato a scaricare due giorni fa e ho atto questo tempo. Già da ieri ero fiducioso di scendere sotto il mio primato europeo, ma fare questo tempo è impressionante. Ripeto che avrei potuto fare questo tempo, ma in un periodo di forma non ora. Battere poi Hackett, che insieme a Thorpe è uno dei miei idoli, rende ancora più bella questa vittoria”. L’appetito viene mangiando e il secondo oro arriva nel finale come ieri e lo stesso da una staffetta: questa volta è la 4×50 stile libero donne che sale sul trono europeo in 1’36″05. Una staffetta sempre al comando aperta dal record italiano di Silvia Di Pietro che si supera e fa 24″03 dal blocco (battuto il precedente della Ferraioli 24″09 del 7/12/2014 a Doha); prosegue il lavoro Erika Ferraioli (23″59) che lascia il testimone in testa alla Pezzato brava a tenere e chiudere in 24″14; nel finale ci pensa l’esperienza e il cuore di Federica Pellegrini che chiude in 24″29, rintuzzando la rimonta delle olandesi che con la Komowidjojo (23″86) si erano fatte minacciose e che chiudono a 15 centesimi dalle azzurre (1’36″20). La settima medaglia è il bronzo di Alessia Polieri, che torna sul podio europeo dal bronzo Chartres 2012, e stabilisce il record italiano con 2’04″37 cancellando il precedente di Francesca Segat che durava da sette anni: 2’04″92 del 29/11/2008 a Genova.

Prometteva spettacolo anche Marco Orsi e così è stato. Il bomber di Budrio, vicecampione del mondo a Doha 2014 e d’Europa 2013, vince l’argento nei 50 stile libero i 20″92 in una gara condotta per 40 metri e persa solo nel finale dal russo Evgeny Sedov, che lo beffa di 5 centesimi (20″87). “Nei 50 stile non si può sbagliare nulla – racconta il primatista italiano con 20″69 – Io purtroppo ho sbagliato la virata e il finale dove ho lasciato i centesimi utili per l’oro. Sono un po’ arrabbiato, forse è la medaglia che più mi brucia. Però mi prendo tutto e darò tutto per i 100 stile libero di domani”. Nella stessa gara Federico Bocchia è settimo con il tempo di 21″48.

Commenti

Blogger: Fabio Mina

Leggi anche

CALCIO. Juve; monito Ronaldo, per vincere lavoro duro

Il pareggio con l’Atletico Madrid, dopo il buon gioco espresso dalla Juventus, resterà a lungo …

CALCIO. Champions: vittoria Juve sfuma al 90′, rimonta Atletico

Sfuma al 90′ la vittoria della Juventus al Wanda Metropolitano di Madrid: all’undicesimo calcio d’angolo, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *