Home / Piemonte / Novara / NOVARA. Imputato dell’omicidio della madre adottiva, l’accusa chiede l’ergastolo

NOVARA. Imputato dell’omicidio della madre adottiva, l’accusa chiede l’ergastolo

I pubblici ministeri della Corte d’Assise di Novara hanno chiesto l’ergastolo per Caleb Ndong Merlo, il 39enne originario del Camerun finito in carcere nel luglio 2018 a Vercelli per la morte della madre adottiva, Paola Merlo, vercellese di 66 anni. Caleb era stato fermato dalla polizia pochi giorni dopo il ritrovamento del corpo della donna, e arrestato con l’accusa di omicidio, a cui si è aggiunta la premeditazione. Caleb ha sempre sostenuto la sua innocenza, ribadita durante il processo che si è celebrato in questi mesi a Novara. Le indagini sui tabulati telefonici, illustrate in fase di dibattimento, hanno però smentito la sua tesi, individuando Caleb a pochi metri dalla casa dove era avvenuta l’uccisione. Oggi in tribunale il processo è proseguito con la discussione, con l’accusa e la difesa che hanno preso rispettivamente parola. Al termine della requisitoria, durata circa due ore, i pm hanno chiesto il carcere a vita per Caleb, che ha dato in escandescenza insultando la Corte. Venerdì 27 settembre le ultime repliche e la sentenza.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

influenza

Vaccinazione antinfluenzale “al via” dal 28 ottobre

Lunedì 28 ottobre parte la campagna stagionale di vaccinazione contro l’influenza. Come ogni anno, il …

TORINO. Consorzi rifiuti: allo studio una modifica della legge. L’accorpamento non sarà più obbligatorio 

La legge regionale 1 sui rifiuti sarà modificata e la nuova proposta potrebbe essere presentata …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *