Redazione

di: Redazione

Home / Piemonte / Novara / NOVARA. Crac Aipa: oltre 100 Comuni chiedono di essere parte civile

NOVARA. Crac Aipa: oltre 100 Comuni chiedono di essere parte civile

Bandiere a mezz'asta per l'alluvione in Sardegna
Bandiere a mezz'asta

Sono oltre 100 i comuni, da Bergamo a Foggia, da Novara a quelli in provincia di Milano, Firenze, Trapani e Ragusa che hanno chiesto di costituirsi parte civile nel procedimento con al centro il crac di Aipa, l’Agenzia italiana per pubbliche amministrazioni, ai tempi la più grande società privata di riscossione che, con l’autorizzazione del Ministero, incassava da circa 800, tra città e cittadine, soprattutto tributi locali come la tassa sui rifiuti o sulle affissioni pubblicitarie.
Le istanze sono state avanzate oggi a Milano al gup Guido Salvini, davanti al quale ha preso il via l’udienza preliminare a carico di Daniele Santucci, titolare di Aipa – già condannato definitivamente a 3 anni e 4 mesi e a un risarcimento di alcuni milioni in una tranche dell’indagine – e altre 9 persone tra consiglieri, sindaci e un revisore legale. Le accuse a vario titolo sono bancarotta, peculato – molti sono gli episodi contestati – e riguardano non solo Aipa ma anche Mazal Global Solutions, la società che ha preso il posto della prima e alla quale nel 2015 viene rivenduto il contratto per la riscossione dei tributi. Le distrazioni contestate dal pm Donata Costa sono milionarie.
Il giudice dopo aver raccolto le istanze ha dato termine alle difese per valutare le legittimità delle costituzioni e ha rinviato l’udienza al prossimo 22 giugno. Alcuni degli imputati, tramite i loro legali, hanno preannunciato richieste di patteggiamento e di riti alternativi.

Commenti

Leggi anche

NOVARA. Domani pomeriggio arriva il Novara Pride

E’ tutto pronto per il Novara Pride in programma domani pomeriggio, il primo evento del …

TORINO. Previsioni meteo per il weekend

Torino Tempo generalmente stabile nel corso delle ore mattutine, mentre sono attesi rovesci e temporali …