Redazione

di: Redazione

Home / Piemonte / Novara / NOVARA. Cadavere nel casolare, l’arrestato ha confessato

NOVARA. Cadavere nel casolare, l’arrestato ha confessato

Auto carabinieri
carabinieri

Il giovane arrestato per l’omicidio della scorsa settimana nel Novarese, Antonio Lembo, 28 anni, ha confessato di avere ucciso Matteo Mendola, l’uomo di 35 anni trovato morto in un casolare abbandonato nel Novarese la scorsa settimana.

Lembo è stato bloccato dai carabinieri nel centro Italia, in un percorso di fuga che gli investigatori ipotizzano lo dovesse portare al Sud. Una volta portato a Novara, ieri mattina ha confessato. 

Il delitto sarebbe stato compiuto durante una lite per la spartizione del bottino, in una sorta di raptus, tanto che Lembo ha lasciato diverse tracce sul luogo del delitto, senza neppure preoccuparsi di farle scomparire. Anzi, ha deciso di sparire senza neppure tornare a casa: ha gettato in un canale la pistola, si è liberato degli abiti ed è fuggito.

Questo particolare ha portato i carabinieri del Reparto investigativo di Novara a sospettarlo fin da subito: tutte le persone vicine, per un motivo o per altro, a Mendola erano state rintracciare, tranne proprio Lembo. E i tabulati dei telefonini (quello della vittima era scomparso) hanno confermato che i due si sentivano spesso. Non solo, ma più d’uno ha confermato che quella sera i due dovevano ‘andare a lavorare’ insieme.

Commenti

Leggi anche

Vino

ASTI. Celebrati i 500 anni della Freisa, nel 2017. Ben 885 mila bottiglie

Ha compiuto 500 anni la produzione di Freisa, uno dei 50 vitigni autoctoni del Piemonte. …

San Salvario a Torino

TORINO. Controlli a San Salvario, multati minimarket e night club

Sanzioni da cinquemila a duemila euro sono state fatte, a Torino, nel quartiere San Salvario, …